Guadagni riparte dalle persone, massima attenzione al tempo del Covid-19

Dopo lo tsunami del Coronavirus anche i concessionari di auto riaccendono i motori per dare un sterzata alla ripresa. Con l’inizio della fase 2 ripartono le attività degli showroom, dove è possibile ricominciare le attività interrotte circa 55 giorni fa quando è iniziato il lockdown in Italia.

Gli spazi dei concessionari di centinaia e a volte migliaia di metri quadrati, si prestano abbastanza facilmente all’adozione delle misure di sicurezza anti Covid-19. Siamo entrati all’interno degli spazi del concessionario Guadagni di Agrigento per visionare quali sono le novità introdotte.

Ad accoglierci è Luigi Guadagni:

In primis, per potersi recare nello show-room è necessario passare un controllo all’ingresso, un addetto al cancello misura la temperatura direttamente in auto.

All’accettazione sono presenti dispositivi di sicurezza di cui il cliente deve dotarsi: gel disinfettante, guanti, mascherina.

In un secondo momento il cliente viene accompagnato nella postazione per discutere con il venditore: sulla scrivania è presente un plexglass e la sedia del cliente è posta a circa un metro dalla scrivania. Particolare attenzione viene poi dedicata al passaggio della documentazione: pochi scambi e anche le penne vengono igienizzate.

Massima attenzione anche in officina, Guadagni provvede a sanificare le vettura sia in ingresso che in uscita.

Massima attenzione anche in officina dove si provvede a sanificare le vetture  sia in ingresso che in uscita.

Inoltre, da segnalare anche la buona gestione interna dell’azienda, sia al magazzino ricambi che alla consegna delle vetture.
Particolare attenzione anche per i test drive. GUARDA LA VIDEO INTERVISTA