AgrigentoOggi

Ginger People&Food in Tour Mandorlara

Ciao a tutti cari lettori partita da qualche giorno ad Agrigento la 73^ Edizione del Mandorlo in Fiore e noi continuiamo il nostro Tour “Mandorlara” in giro per i ristoranti della città aderenti all’iniziativa collegata alla kermesse.

In questi giorni siamo andati a far visita al ristorante Ginger People&Food di via Empedocle 21, Agrigento.

Ad accoglierci con grande entusiasmo la Lady Chef Mareme Cisse che ci ha riservato un trattamento da ospiti d’eccezione, con i suoi modi gentili e calorosi. Ci ha messi da subito a nostro agio offrendoci una piacevolissima bevanda di benvenuto (così come l’ha definita) che prende il nome del ristorante “Ginger” (zenzero, ananas e limone).

Abbiamo apprezzato la location molto accogliente, arredata con stile e curata nei minimi dettagli.
La sensazione avvertita è stata quella di essere andati a trovare un’amica.

Mareme è in Italia da 14 anni, nasce in Senegal, si sente a casa propria ad Agrigento, la considera la sua Africa.

Da sempre la cucina è stata la sua più grande passione. –In cucina ci sono cresciuta, già all’età di 12 anni davo una mano in un ristorante a Dakar in Senegal, dove si preparava da mangiare per la Marina militare francese.

Proprio per queste ragioni le basi della cucina della Lady Chef sono francesi e ci ha spiegato che la cucina senegalese grazie all’eredità lasciata dalla Francia nel periodo coloniale, è considerata una delle cucine migliori d’Africa. Una cucina molto ricercata con diverse combinazioni di ingredienti (verdure, pesce, carne) dai ricchi sapori e intensi profumi, con l’utilizzo di molte spezie alcune delle quali considerate culturalmente un toccasana per la salute. La Lady Chef ci ha fatto fare una curiosa scoperta e cioè che in Senegal il pesce costa molto meno della carne.

A Mareme quando parla della propria terra e delle proprie radici le si illuminano gli occhi, ti porta con se, ti fa diventare passeggero del suo appassionante viaggio.

È una tipa di cui il buon Bruno Barbieri direbbe: c’è ne ha! Mareme ha partecipato al Cous cous Fest 2017 a San Vito Lo Capo e il suo piatto ha vinto il premio per l’originalità, piatto che è stato definito da Joe Bastianich, giudice della manifestazione, “Super Sexy”.

Passione per il proprio lavoro, amore per la vita, per il prossimo, per la terra di origine e quella ospitante, questi sono i valori imprescindibili di Mareme.

Ginger People&Food nasce da un progetto della cooperativa sociale Al Kharub un gruppo di persone che operano nell’interesse generale della comunità in settori come solidarietà, rispetto della persona, integrazione sociale di cittadini extracomunitari e inserimento al lavoro di persone con disagio sociale, portando avanti inoltre, il “Progetto “Noràh” una scuola di cucina per donne rifugiate immigrate per insegnare loro un mestiere e incentivarne l’integrazione.

Il Presidente della cooperativa sociale è Carmelo Roccaro che abbiamo avuto il grande piacere di conoscere.

Ci ha parlato della lodevole Mission della cooperativa che è quella di avvicinare le persone e abbattere i muri di diffidenza e pregiudizio in un periodo quello attuale con tendenze all’istigazione all’odio e al razzismo.

Carmelo insieme agli altri collaboratori, vuole far diventare il Ginger un punto di incontro Afro-Siciliano, citandoci un significativo proverbio siciliano: “A tavula è trazzera” –la strada che abbatte le distanze ed è proprio questo il nostro obiettivo è vogliamo realizzarlo con la cucina, e far conoscere a chi ci viene a trovare un mondo diverso, con un’immagine più positiva di quello che si vede o di quello che si vuol far credere. Carmelo ha le idee chiare mette tanto sentimento e crede fermamente nel suo progetto.

-Il cibo è da sempre stato viaggiatore, (ci ha spiegato) come una valigia sempre con l’uomo, che in giro per il mondo ha portato le proprie tradizioni e la propria cultura culinaria nei paesi che lo hanno ospitato, e al ritorno nei paesi d’origine ha portano con se altrettante tradizioni e culture di altri popoli.

-I popoli ospiti del nostro paese andrebbero visti  come una grande risorsa, proprio perché ci  portano e ci insegnano la loro cultura, ed è proprio la cultura ad essere una grande arma per la salvezza dell’essere umano .(ha concluso)

Il ristorante Ginger People&Food offre una cucina sia africana (senegalese,tunisina,marocchina), che siciliana, ed in alcune pietanze le due cucine trovano un punto di incontro con la creazione da parte della Lady Chef, di piatti davvero interessanti e innovativi. I prodotti utilizzati per le preparazioni sono del territorio e anche presidi Slow Food inoltre il pesce utilizzato è soltanto fresco, nessun pesce surgelato.

La Lady Chef Mareme Cisse ci ha presentato un piatto inserito nel menù mandorlara che ha dedicato alla città di Agrigento  questo è un omaggio alla città ci ha riferito con affetto. Nome del piatto Sama Gergent che significa: Sama (in senegalese) mia; e Gergent nome della città di Agrigento ai tempi degli arabi.

“MIA AGRIGENTO”
Pollo marinato alle erbe e spezie sfumato in cottura con brodo vegetale, su letto di cous cous di semola di grano duro siciliano, zafferano, mandorle sia tostate che in doppia cottura bollite e fritte, uva passa, finocchietto, alloro.
Piatto che abbiamo avuto il piacere di assaggiare e apprezzarne i variegati sapori e profumi. Complimenti alla Chef.

Un grazie a Lady Chef Mareme Cisse e a Carmelo Roccaro, per la sconfinata ospitalità gentilezza disponibilità e fiducia.
Abbiamo tante idee e valori comuni e sicuramente torneremo a trovarvi.

Ci siamo arricchiti tantissimo. Cucina è anche questo. Che passione…

Gerlando Carratello Food Blogger presso
TAVULA MISA E PANI MINUZZATU