Era accusato di aver aggredito il vicino per motivi di confini: assolto

Con la formula “il fatto non sussiste” il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Giuseppa Zampino, ha assolto C.D.C., quarantacinquenne di Palma di Montechiaro, dall’accusa di lesioni. Accolta la tesi del difensore dell’imputato, l’avvocato Giuseppe Vinciguerra. Il pubblico ministero, al termine della sua requisitoria, aveva chiesta la condanna a quattro mesi di reclusione. La vicenda risale ad alcuni anni fa, quando per questioni di confini di terreno, il 45enne avrebbe aggredito un compaesano, che al processo si era costituito parte civile, con l’assistenza dell’avvocato Giuseppe Lentini.