Doppia presentazione per il libro “La chiamavano maternità”

Il libro, di Navarra editore, che è uscito a novembre scorso, ottenendo successo di pubblico e critica, con la prefazione della scrittrice agrigentina Simonetta Agnello Hornby, incontrerà  il pubblico in presenza in occasione di due eventi.

Il primo si svolgerà sabato 19 giugno, alle 18.30 al lido Bella Vista di San Leone. Con le autrici dialogherà Antonella Martinelli, giornalista ed autrice di Rai1, nonché anima, insieme a Bruno Vespa, del programma tv Porta a Porta. Nel corso dell’evento, sarà consegnato il premio A tutta Donna 2021, le eccellenze femminili,  alla dottoressa Antonella Martinelli e all’avvocato Florinda Saieva, ideatrice e anima della Farm Cultural Park di Favara.

Il secondo appuntamento sarà domenica, 20 giugno, alle 18.30 a Casteltermini, nell’atrio della chiesa barocca di San Giuseppe. Le due autrici saranno ospiti del Centro Italiano femminile, la cui presidente locale nel centro montano è la dottoressa Dora Roccaforte. Maristella e Laura dialogheranno con la dottoressa Anna Maria Calderone.

Entusiaste le due autrici, che presenteranno per la prima volta in presenza il libro nella loro terra d’origine, dopo una serie di seguitissime dirette online. Maristella Panepinto è giornalista professionista, originaria di Casteltermini, ma da tempo vive a Palermo. Laura Ruoppolo è una storica dell’arte, agrigentina, ma vive a Termoli.

Nel loro libro, che è una raccolta epistolare, raccontano la bellissima avventura della maternità, evidenziandone gioie e dolori, dando voce alle storie di tante mamme e proclamandosi orgogliosamente delle mamme imperfette.