Il Curatore della Gestal: “Burgio aveva debiti superiori rispetto al patrimonio”

E’ ripreso, il processo relativo all’inchiesta “Discount” che vede imputato l’ex re dei supermercati Giuseppe Burgio accusato di bancarotta fraudolenta da 20 milioni di euro.
Dopo la raffica di costituzioni di parti civile, un’ottantina, è stato ascoltato il primo teste, Giuseppe Lentini , curatore fallimentare della Gestal srl, una delle quattro società coinvolte nell’inchiesta. Secondo Lentini “il volume d’affari era inizialmente abbastanza consistente e si aggirava tra i 15 e i 18 milioni di euro fino al 2011 quando comincia il crollo. Tra il 2010 e il 2011 la società presentava un forte squilibrio e una tensione societaria. I debiti erano molto superiori rispetto al patrimonio (70 volte in più). Una parte dei debiti, venivano nascosti nei bilanci. Ma anche con Unicredit vi era un debito. Ma ci sono state anche altre anomalie.