Covid. Donato (Lega): “In Sicilia troppi tifosi zone rosse, serve svolta”

“Grazie all’impegno della Lega la cabina di regia del governo ha scelto di cominciare a calendarizzare le aperture per sostenere i comparti economici ormai sfiancati da mesi di chiusure. E’ indispensabile che la Sicilia governata dal centrodestra cominci a ragionare nell’ottica del “rischio ragionato” scelto a Roma”: lo afferma Francesca Donato, parlamentare europeo della Lega-Salvini premier.

“Negli ultimi giorni, in Sicilia – aggiunge l’europarlamentare della Lega – amministratori locali e sedicenti esperti a vario titolo, basandosi su numeri non sempre chiari, hanno alimentato quadri a tinte fosche spingendo per una zona rossa regionale che oltre a non risolvere il problema, sarebbe il colpo di grazia per la nostra economia. Un tifo per la zona rossa inspiegabile”.

“Auspico che la Regione Siciliana operi in ogni modo per abbandonare la linea delle chiusure ad oltranza che – senza alcun effetto significativo sulla dinamica dei contagi- hanno messo in ginocchio le nostre imprese e sono ormai anche socialmente e psicologicamente insostenibili. Serve un nuovo approccio, che coniughi cure domiciliari precoci con protocolli aggiornati e adeguati e riaperture, in sostegno ai settori più penalizzati” conclude Francesca Donato.