CONTE FRENA IL CALCIO “PER RIPRESA SERVONO GARANZIE”

Ma anche su questo punto il ministro Spadafora ha lasciato una porta aperta alla speranza: la misura potra’ essere rivista e allentata qualora nei prossimi dieci giorni la curva dei contagi restera’ sotto controllo. “Ci sono ancora dei nodi da sciogliere, ma mi pare che le dichiarazioni del ministro Spadafora e del presidente Figc Gravina lascino uno spiraglio per una soluzione”, ha osservato Umberto Calcagno, vicepresidente dell’Aic, molto vicina ai timori manifestati da diversi giocatori. Dopo aver ascoltato le parole di Conte, di sicuro i club dovranno avere pazienza. Se la soluzione non dovesse arrivare a breve, consentendo al campionato di ripartire a meta’ giugno per concludersi a inizio agosto, il presidente Gravina ha intanto lanciato ufficialmente il piano B: play-off e play-out per ridurre i tempi necessari ad assegnare lo scudetto e individuare le squadre retrocesse. Con una possibile riforma dei campionati 2020/2021, che la Federcalcio potrebbe rilanciare grazie all’ultima, importante norma “paracadute” approvata dal Governo.