Confiscato patrimonio di circa 8milioni di euro a imprenditore

Il Tribunale di Agrigento, dietro richiesta del questore Rosa Maria Iraci, ha disposto la confisca dei beni, del valore di circa 8 milioni di euro, all’imprenditore empedoclino Giuseppe Burgio, ritenuto il “re” della grande distribuzione alimentare.

La confisca riguarda diversi beni immobili, tra cui un centro commerciale, autovetture, conti correnti e gioielli. Restituita all’imprenditore soltanto una società, la “New Project Marbles”.

Burgio, quattro anni fa, era stato arrestato dal personale della Guardia di finanza, per una serie di bancarotte fraudolente di circa 50milioni di euro, intestazione fittizia di beni, e riciclaggio.

Le indagini sono state svolte dal personale della Divisione Polizia Anticrimine della Questura agrigentina.