Confcommercio Agrigento: “La Tari zavorra per le imprese, questo assessore è inadeguato”

La “Tari” è diventato, secondo l’associazione di categoria un peso insostenibile e spesso ingiustificato.

Una tesi questa che è supportata dai dati, nonostante negli ultimi 2 anni la tariffa per le utenze non domestiche sia diminuita, il confronto tra le tariffe 2018 della città di Agrigento e i dati del 2016, pubblicati nel portale di Confcommercio, confermano il divario, nelle diverse categorie economiche, tra il comune capoluogo ed il resto della Provincia, della Regione e nazionale.

In particolare, scorrendo le cifre viene messo in evidenza come le categorie più pesantemente tartassate siano quelle dei ristoratori, bar, negozi di alimentari, pescherie, fruttivendoli e autofficine, con differenze considerevoli rispetto ad altre città siciliane, addirittura di oltre le tre cifre percentuali rispetto alla media nazionale.
“Non è solo il peso fiscale eccessivo, a mortificare ulteriormente l’imprenditoria agrigentina – afferma Francesco Picarella Presidente Regionale di Confcommercio – ma anche e soprattutto i falsi proclami e le e le discutibili dichiarazioni dell’assessore Nello Hamel che è risultato inadeguato al delicato ruolo, così come la mancata raccolta della indifferenziata degli ultimi giorni e della plastica nella giornata di ieri. Chiediamo – conclude Picarella – all’amministrazione Firetto di rivedere urgentemente l’attuale sistema tariffario che rischia di rappresentare un ulteriore freno allo sviluppo economico delle nostre imprese. Giusto chiedere ai cittadini una corretta differenziata ma è altrettanto giusto che i servizi offerti siano adeguati alle aspettative.”

la risposta dell’assessore:
Agrigento, 1° Dic. – L’assessorato all’ecologia del Comune di Agrigento comunica che a partire da oggi pomeriggio, inizierà la raccolta dei sacchi di “indifferenziato” che non sono stati raccolti giovedi. La gran parte dei cittadini ha raccolto l’appello dell’assessore Nello Hamel ed ha depurato i conferimenti non conformi e pertanto è stato deciso di eliminare tutti i sacchi rimasti lungo i bordi dei palazzi per ridare decoro alla città. Si raccomanda per giovedi prossimo, un’attenzione particolare nel deposito dei rfiuti indifferenziati per evitare ulteriori disagi.