Buoni esempi arrivano da Favara

Buoni esempi arrivano da Favara. Esempi di encomiabile  stile civico  e di  avanzata maturità democratica. Ed il riferimento è ad alcuni cittadini favaresi che nelle recente competizione elettorale hanno avuto il coraggio di mettersi in gioco,  e pur avendo ottenuto un notevole consenso a livello locale dai propri concittadini, tuttavia  non hanno raggiunto l’obiettivo di potere servire la Comunità a livello regionale o nazionale. L’ultimo esempio  che adesso ho sotto gli occhi è quello del consigliere comunale Vito Maglio che, nella lista “Popolari ed autonomisti” per il rinnovo dell’Assemblea Regionale, pur non avendo raggiunto l’obiettivo,  ringrazia i suoi elettori, concittadini favaresi,  per i tanti consensi ricevuti (oltre i 2000), riconfermando il suo impegno di servizio ancora “con un maggiore senso di responsabilità per  Favara parlando anche di sognare “…una Favara nuova,  più vicina ai bisogni della gente”.

E ancora,  passando alla lista della Nuova Democrazia Cristiana, sempre per le REGIONALI, il Consigliere Comunale Salvatore Fanara, che, alle amministrative dello scorso Ottobre, è stato il candidato al Consiglio Comunale di Favara più votato in assoluto,  superando le  1.200 preferenze, e che adesso, pur non riuscendo ad essere eletto, perché giunto secondo in tutto il collegio, ha raggiunto 6229 voti. Un traguardo, questo degli oltre 6000 voti,  che fa parlare di un vero e proprio fenomeno politico da parte di un giovane. Che ringrazia tutti e giustamente dice di sentire sulle sue spalle una grande responsabilità non solo per Favara dove ha pure ancora avuto tanti consensi, ma anche per la stessa Regione, per la quale riconosce di avere aperto uno via che potrà finalmente essere quella giusta  per risollevarsi dall’attuale stato, che non soddisfa nessuno. Ed infine. Giovanni Di Caro, già capogruppo del numeroso gruppo del Movimento 5-Stelle all’ARS nel quinquennio appena concluso, e che adesso rischia, per una maniata di voti di non rientrare, forse davvero appena alcune decine, (e mentre ancora forse continuano i conteggi, specie in alcune sezioni che hanno avuto particolari  difficoltà. Noi da parte nostra formulando comunque  auguri, prendiamo atto che  l’interessato, giorni fa ha preso in considerazione, (anche forse  in sintonia con la realtà nazionale che ha visto largamente ridimensionato il suo Movimento) la realtà di non essere stato rieletto. Perciò, con uno stile decisamente nuovo rispetto ad tanti altri esempi del passato, senza recriminazioni,   ha scritto testualmente: “Purtroppo non sono stato rieletto. Pochi voti presi nella mia città, Favara. Cercherò di capirne le ragioni, dove ho sbagliato e cosa potevo fare e non ho fatto. Una paio di giorni di riposo, poi tornerò al mio lavoro nella mia città, che continuerò ad amare e servire”. Messaggio breve ed efficace…non viene meno lo spirito di servizio e senza atteggiamenti sbagliati si ritorna la proprio lavoro. Anche questo, un episodio squisitamente favarese, che  ci sembra suggerire un atteggiamento ed un comportamento da imitare.


Diego Acquisto
Esempi di encomiabile  stile civico  e di  avanzata maturità democratica. Ed il riferimento è ad alcuni cittadini favaresi che nelle recente competizione elettorale hanno avuto il coraggio di mettersi in gioco,  e pur avendo ottenuto un notevole consenso a livello locale dai propri concittadini, tuttavia  non hanno raggiunto l’obiettivo di potere servire la Comunità a livello regionale o nazionale.