Bacia vicina di casa, condannato per violenza sessuale

Il Gup del Tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo, ha inflitto una pena di 10 mesi e 20 giorni di reclusione a carico di Mario Casà, 47 anni, accusato di per violenza sessuale.

La vicenda risale al 21 agosto dell’anno scorso. L’uomo, utilizzando una banale scusa, avrebbe baciato contro la sua volontà una ventunenne vicina di casa.

Il pubblico ministero Gloria Andreoli, aveva chiesto e ottenuto l’incidente probatorio per sentire la presunta vittima e cristallizzare la prova in vista di un eventuale processo. E la vittima aveva confermato le accuse.