Aula Sollano approva la modifica alla presidenza della Commissione consiliare

Il Consiglio comunale di Agrigento, regolarmente insediato nella seduta del 10 novembre 2020, nella giornata di ieri è tornato a riunirsi affrontando diversi punti all’ordine del giorno; in modo particolare, ci si è soffermati sui punti che riguardano le modifiche al Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.

In sede di conferenza dei capigruppo consiliare, intervenuta il 17.11.2020, è stato previsto disporsi la modifica del testo (art. 9) disponendo la costituzione di ciascuna Commissione consiliare permanente con quattro consiglieri, anziché cinque, in armonia alle indicazioni generali sottese alla LR 11/2015. Ciò è stato necessario, ricorda il Presidente, poiché a seguito delle consultazioni elettorali amministrative del 4-5 e 18-19 ottobre 2020 è risultato eletto il Consiglio Comunale di Agrigento nella composizione ridotta del 20% rispetto alla precedente, ai sensi dell’art. 1 della LR 11/2015, ovvero in numero di ventiquattro consiglieri e non più trenta. Gli articoli interessati dalle modifiche sono stati il 9, 10 e 11 relativi al funzionamento delle Commissioni Consiliari. La modifica all’art. 10 ha riguardato la Presidenza della Commissione Consiliare.

La proposta definisce due distinti riferimenti: Assicura il funzionamento della Commissione fin dal suo insediamento, con la Presidenza momentaneamente attribuita al più anziano per età e ciò per garantire neutralità e coerenza al disciplinato sistema di sostituzione in caso di assenza del Presidente e del vice Presidente, previsto dall’art. 10, comma 9 del Regolamento; Istituisce un sistema di compulsione graduata tale che, a un certo tempo dato, la Presidenza è comunque attribuita a colui che ha raggiunto il maggior numero di preferenze individuali per l’occasione della consultazione elettorale.
La modifica all’art. 11 ha riguardato invece l’esito delle votazioni della Commissione. Si prevede, infatti, con formula ispirata a quella usata dal legislatore per la Commissione Elettorale Comunale, che in caso di parità di voti, quello di chi presiede la riunione è prevalente. Naturalmente la regola non vale quando la Commissione deve procedere con elezione o designazione di cariche o incarichi nominativi. Le modifiche proposte, sono state votate, ​ così come i debiti fuori bilancio all’unanimità dei presenti. Apprezziamo molto afferma il Presidente Giovanni Civiltà, in questa prima fase la posizione di apertura dell’opposizione, improntata ad uno spirito di collaborazione, che siamo sicuri porterà vantaggio a chi lavora nell’esclusivo interesse della città di Agrigento.