Attività ricettiva ed emergenza sanitaria. Nota del Libero Consorzio Comunale di Agrigento

Il direttore del Settore turismo del Libero Consorzio Comunale di Agrigento, dr. Achille Contino, con una nota interviene sulla situazione verificatasi a seguito dell’emergenza sanitaria che ha stravolto la programmazione del settore ricettivo del territorio provinciale ed impedito l’avvio di una stagione turistica che si attendeva favorevole.
“Il consistente apparato normativo del Governo, a cui hanno fatto seguito le ordinanze del Presidente della Regione si legge nella nota – hanno determinato praticamente il blocco del turismo con notevoli disagi per i numerosi turisti presenti sul territorio. L’ultimo DPCM del 11/03/2020, particolarmente restrittivo, non ha tuttavia imposto la chiusura delle strutture ricettive che possono ancora operare. In considerazione del fatto che, per le restrizioni apportate dall’art. 1 del DPCM del 8 marzo, è praticamente impedita la mobilità per ragioni turistiche, molte strutture ricettive hanno deciso la chiusura”.
“L’Ufficio, consapevole dei gravi danni economici che il settore turistico, ma in generale tutta l’economia, sta subendo continua il direttore Achille Contino – nell’esprimere piena solidarietà ai gestori, comunica che si è fatto portavoce, in videoconferenza presso la Presidenza della Regione, per evidenziare la gravità della situazione e richiedere al governo nazionale adeguate misure compensative che sono, peraltro, sollecitate e seguite dalle Associazioni di categoria”.
Nella nota si ricorda inoltre, nell’eventuale attività di questi giorni, di accogliere con cautela e segnalare alle autorità competenti eventuali violazioni di cui si sia venuti a conoscenza. Si ricorda infine di procedere prontamente a segnalare la chiusura e la riapertura unicamente tramite il sistema turistico a disposizione delle strutture.