Andare al mare in Toscana: consigli per il viaggio

Quando si parla della Toscana, si inquadra una terra meravigliosa, una Regione dove è possibile passare il tempo tra panorami naturali meravigliosi, luoghi importanti dal punto di vista culturale e località marittime.

 

Per quanto riguarda queste ultime, sono diverse le domande che gli utenti che hanno voglia di regalarsi un viaggio si pongono. Nelle prossime righe, abbiamo riassunto alcuni consigli utili al proposito.

 

Versilia

Chi è alla ricerca di dritte per andare al mare in Toscana, non può non prendere in considerazione la Versilia. Questa zona della Regione si contraddistingue per la presenza di diverse località turistiche famose nel mondo. Qualche esempio? Forte dei Marmi – città famosa per il locale La Capannina, tempio della mondanità dai gloriosi anni ‘60 e ‘70 nonché set di film indimenticabili – Marina di Massa, Marina di Carrara.

 

Quando si chiamano in causa queste mete toscane, è fondamentale ricordare la possibilità di apprezzare, accanto ai numerosi locali da frequentare la sera e durante l’orario dell’aperitivo, anche spiagge ampie e stabilimenti balneari d’eccellenza.

 

Livorno

Non importa che si abbia il desiderio di trascorrere le vacanze in un villaggio in Toscana al mare o che si preferisca farsi coccolare in albergo: in tutti i casi, quando  si punta a scoprire le località marittime della Regione che ha dato i natali a geni come Leonardo Da Vinci non si può non prendere in considerazione Livorno (e i suoi dintorni).

 

Le tappe imperdibili in questa città sono diverse. Tra queste è possibile chiamare in causa il Mercato delle Vettovaglie, per non parlare della Terrazza Mascagni. Quest’ultima è considerata tra i simboli della celebre località portuale toscana. L’assetto che la caratterizza oggi è tale da 1925, anno in cui, dopo diverso tempo, lo spazio in questione è stato trasformato in luogo perfetto per i concerti e altre tipologie di eventi.

 

Proseguendo con l’elenco delle tappe fondamentali per scoprire Livorno, non si può non citare i Fossi Medicei. Per apprezzarli al meglio, si consiglia di prenotare un tour in battello.

 

Maremma Grossetana

Non c’è che dire: i consigli per chi vuole trascorrere una vacanza al mare in Toscana non mancano! Oltre alle dritte appena citate, una menzione va dedicata alla Maremma Grossetana, una zona che definire magica è dire poco. Entrando nel vivo delle località che si possono ammirare, troviamo Follonica, ma anche Punta Ala e Castiglione della Pescaia.

 

In questa porzione di Toscana – esattamente come in altre zone della Regione – è possibile apprezzare spiagge ampie e bianche e, ribadiamo, stabilimenti balneari la cui qualità è famosa in tutto il mondo, veri e propri simboli dell’ospitalità italiana nel mondo.

 

Isola d’Elba

Un piccolo paradiso incastonato nel blu delle acque, un luogo dove il tempo si ferma e dove è possibile godersi le vacanze al mare all’insegna dei ritmi perfetti della natura. Stiamo parlando dell’Isola d’Elba. Quando la si chiama in causa, si inquadra una delle località marittime simbolo della Toscana.

 

Si potrebbero scrivere pagine e pagine in merito a quest’isola! Tra le tappe imprescindibili quando la si scopre è possibile citare Portoferraio, il primo centro urbano che si incontra una volta sbarcati. Da non dimenticare è anche Marciana, il più antico tra i paesini dell’isola. Piccolo e suggestivo borgo che conserva l’assetto di un tempo, è una zona famosa per la presenza di deliziose stradine lastricate con la tradizionale pietra estratta sull’isola. 

 

Tra casette in granito, chiese antiche e piazze impreziosite dai fiori alle finestre delle abitazioni, le passeggiate serali per le strade di Marciana – località diversa da Marciana Marina, uno dei Comuni più piccoli d’Italia – sono un momento all’insegna del relax che vale la pena regalarsi se si trascorrono le vacanze all’Elba.

 

Da non perdere sull’isola è il Monte Capanne. Dopo averne raggiunto la vetta tramite una cabinovia, è possibile godere di una impareggiabile vista da un punto panoramico situato a 1000 metri sul livello del mare.