Alluvione in provincia di Agrigento, Confcommercio scrive ai politici

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che il presidente di Confocommercio Agrigento ha inviato alla deputazione agrigentina in merito ai danni causati dall’alluvione dei giorni scorsi.

La lettera datata 01 Dicembre 2016, riporta il Prot. /2016, ed è indirizzata ad On. Angelino Alfano, On. Bosco Antonino, On. Capodicasa Angelo, On. Iacono Maria. On. Gallo Riccardo, On. Moscatt Antonino, Camera dei Deputati, On. Sen. Marinello Giuseppe, On. Sen Ruvolo Giuseppe, Senato della Repubblica 
    

<<Evento alluvionale comuni provincia Agrigento – Dichiarazione Stato di Emergenza dei comuni colpiti>>. Questo è l’oggetto della lettera.

Preg.mi Onorevoli

<< Gli eventi alluvionali che hanno colpito nelle scorse settimane il territorio della Provincia di Agrigento, oltre a provocare danni ingenti alle infrastrutture dei Comuni colpiti, ha inevitabilmente provocato danni patrimoniali alle attività imprenditoriali, ai cittadini, lasciando in questi comuni ferite molto profonde e difficilmente risanabili. In alcuni casi pregiudicando il futuro di tante aziende e delle proprie famiglie.

Scrive Francesco Picarella, che aggiunge :

Confcommercio Sicilia giorno 30 novembre ha celebrato presso la nostra sede di Sciacca una giunta regionale molto significativa per esprimere solidarietà e vicinanza alle tantissime imprese e cittadini che sono stati danneggiati pesantemente dall’evento alluvionale che ha colpito non solo diversi comuni della mia provincia ma tanti altri comuni della Sicilia.

Il consiglio comunale della Città di Sciacca, proprio ieri sera, ha deliberato lo stato di emergenza, come del resto ha già fatto il comune di Ribera ed il Comune di Licata per poter attingere ai fondi statali appositamente destinati.  

Per quanto su detto, si invitano le S.V. ad attivarsi urgentemente nei confronti del Governo nazionale e venga dichiarato lo stato di emergenza per tutti comuni colpiti da eventi alluvionali, in modo che le imprese pesantemente danneggiate possano urgentemente beneficiare dei fondi previsti cosi da poter ripartire e riprendere le normali attività.  

Fiducioso dell’impegno richiesto, colgo l’occasione per inviare i ns. più cordiali saluti >>.