Agrigento, torna la fila al centro vaccinale: tutti in coda per la terza dose

Tornano le file al centro vaccinale del Palacongressi di Agrigento, comprese le postazioni distaccate di Porta di Ponte e del Centro Commerciale, tornano le attese e si vede ancora la voglia di reagire e di sconfiggere il Coronavirus. Dopo mesi di calma e di scarsa adesione alla vaccinazione, da questa settimana sono di nuovo in coda gli agrigentini che devono fare la terza dose. Fino alla scorsa settimana in pochi degli aventi diritto erano passati di qui per la dose di rinforzo, assolutamente necessaria per ripristinare livelli ottimali degli anticorpi. Arrivano senza prenotazione, al centro la disposizione è di accettare tutti ma se si dovessero presentare disagi si tornerà alla prenotazione obbligatoria. Del resto è stato lo stesso commissario dell’Asp agrigentina, Mario Zappia a raccomandare i vaccini.  “I contagi sono in aumento, il virus ha ripreso a galoppare”.  Zappia, non si affida più solo ai grafici , come fatto nelle ultime settimane, per il consueto report settimanale della pandemia ma torna a parlare. “Gran parte dei contagi- dice- sono all’interno delle scuole.” E ribadisce: “La soluzione è solo il vaccino. Nel novembre 2020 avevamo molti più ospedalizzati per covid.” E per quanto riguarda la campagna vaccinale pare che negli ultimi tre giorni ci sia stato un incremento. Nei giorni scorsi i vertici dell’Asp agrigentina Zappia, Mancuso e Mazzara, hanno stabilito che l’assunzione con contratti di collaborazione coordinata e continuata nell’ambito dell’emergenza Covid di 46 tecnici informatici, 81 assistenti amministrativi, 45 collaboratori amministrativi, 7 collaboratori ingegneri, 9 educatori professionali e 9 assistenti sociali subivano una immediata riduzione dell’orario settimanale di lavoro di tutte le figure professionali, queste passavano da 36 a 18 ore, con riserva di rivedere questa disposizione in ragione dell’attuale quadro pandemico. Il virus tra i banchi di scuola. Studenti positivi e stop alle lezioni per alcune classi. Covid, Zappia: “Contagi in aumento soprattutto nelle scuole” (VIDEO)