Agrigento, riceve persone in casa mentre è ai domiciliari, arrestato

Gli agenti della sezione Volanti della Questura hanno arrestato Antonino Mangione, 38 anni, di Raffadali, ma residente ad Agrigento

L’uomo, nonostante fosse in regime di detenzione domiciliare avrebbe ricevuto in casa alcune persone, cosa vietata dalle prescrizioni previste dalla misura cui era sottoposto.

Antonino Mangione è noto alle cronache giudiziarie per essere stato coinvolto nell’operazione Proelio, scaturita da un inchiesta su un presunto traffico di droga e abigeato sotto l’egida della mafia, accuse da cui però era stato assolto.

Successivamente entrò in qualche modo nell’operazione Kerkent per delle dichiarazioni messe a verbale che contribuirono a far scattare l’operazione che portò, nello scorzo marzo, all’esecuzione di 32 misure cautelari.