Agrigento, condannate le sorelle Picone

Il giudice Malato ha condannato a 4 anni l’avvocato Francesca Picone, e ad 1 anno e 8 mesi la sorella Concetta. Il giudice ha inoltre disposto il pagamento di una provvisionale di risarcimento danni di 10mila euro ciascuno a carico delle due imputate, ed al pagamento delle spese processuali per 2500 euro. Il pubblico ministero, Alessandra Russo, a conclusione della requisitoria, aveva chiesto la condanna a 5 anni di reclusione, con interdizione dai pubblici uffici, a carico dell’avvocato Francesca Picone, imputata di estorsione e tentata estorsione. E ad 1 anno e 8 mesi di reclusione a carico della di lei sorella, Concetta Picone, consulente fiscale di un patronato. Si conclude così il processo, intorno a presunte pretese estorsive a danno di clienti disabili, si svolge in abbreviato innanzi al giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Alfonso Malato.