Agrigento, cardiologo accusato di omicidio stradale va all’abbreviato

Udienza dal gup, ieri, per Salvatore Geraci, 36 anni, il medico agrigentino accusato di omicidio stradale per la morte di un tunisino investito dall’auto dell’uomo che si stava recando in ospedale di notte per soccorrere un paziente colto da infarto.

Il giudice Luisa Turco ha concesso il giudizio abbreviato per il medico ponendo due condizioni: che si produca una consulenza difensiva che faccia luce sulla dinamica del sinistro mortale e che si accerti  l’eventuale presenza di patologie pregresse nella vittima.

La vittima, Taoufik Iahmar, 45 anni, era a piedi quando fu travolto, lungo la S.S. 189 dalla vettura condotta di Geraci. I familiari del tunisino si sono costituiti parte civile per ottenere il risarcimento danni. Il fatto risale al 2 agosto dello scorso anno.