A Realmonte “Natale sul mare” tra tradizione e solidarietà

L’amministrazione comunale di Realmonte, guidata dal Sindaco Sabrina Lattuca, ha incontrato i rappresentanti di diversi enti ed associazioni locali, per definire la programmazione delle attività che verranno svolte durante le feste di Natale. Presenti oltre al sindacoa Lattuca, l’assessore al ramo Leonardo Fiorica, una rappresentanza dell’amministrazione comunale, don Fabio Maiorana, Stefano Tesè in rappresentanza dell’I.C.”Garibaldi” , l’associazione Acuarito, l’educatrice Teresa Siracusa e Margherita Licata in rappresentanza del CIF, il Luogotenente Antonio Ditto Comandante della locale stazione dei Carabinieri, l’associazione Carabinieri di Realmonte ,  Silvana Burgio in rappresentanza banco di solidarietà, che si sono raccolti attorno al “Tavolo della Solidarietà” e, Fabrizio La Gaipa, amministratore della DMO Valle dei Templi di Agrigento, che svolgerà un ruolo attivo nella promozione delle attività natalizie che sono in fase di programmazione nonché un supporto alla realizzazione delle stesse.

Filo conduttore condiviso del secondo incontro- spiega il sindaco Sabrina Lattuca- le tematiche legate alla tradizione ed alla solidarietà , trasversali a tutte le fasce di età e al contesto locale senza tralasciare uno sguardo a ciò che accade nel mondo. L’albero di Natale a crochet, realizzato dal lavoro manuale che coinvolge tutte le fascie d’età, unendo tradizione e conservazione di usi e costumi locali, il presepe vivente alla Scala dei Turchi, concerti e momenti musicali e di solidarietà che attenzionano le fasce più deboli. Atmosfere natalizie con musica e colori caratterizzeranno tutte le iniziative attraverso un lavoro di squadra- conclude il sindaco- ponendo al centro la bellezza, i valori ed il rispetto dell’ambiente e, proprio la Scala dei Turchi, sarà al centro di numerose iniziative celebrative del Natale in allestimento”. Il 7 dicembre, in occasione dell’accensione dell’albero di Natale e del concerto degli alunni della scuola, saranno presenti due giovani componenti della famiglia ucraina che da qualche mese, grazie all’ospitalità dell’amministrazione comunale e di alcuni privati cittadini, vivono una quotidianità meno dolorosa rispetto ai loro connazionali.Sempre nella stessa serata l’ass. Acuarinto proporrà un prezioso momento di riflessione sulle diverse declinazioni valoriali che il Natale porta con se. attraverso la testimonianza di un ragazzo che racconterà il Natale dalla sua prospettiva. Quest’anno l’accensione dell’albero avrà un luce diversa perché sarà addobbato da circa 1400 mattonelle realizzate all’uncinetto: l’iniziativa proposta da Silvana Burgio è stata abbracciata da circa 50 giovani e meno giovani signore di età variabile da 86 e 14 anni . Da una generazione all’altra, armate di uncinetto e tanta pazienza queste artigiane d’eccezione, hanno ridato vita a gesti antichi della nostra tradizione per realizzare qualcosa di condiviso ed originale al tempo stesso…L’incontenibile e contagiosa condivisione ha permesso in breve tempo di realizzare tutte il materiale necessario per addobbare l’albero e le vie del centro abitato adiacenti alla piazza. La presenza degli zampognari contribuirà a creare l’atmosfera del Natale in tutto il paese. Sempre all’insegna della solidarietà sarà allestito un mercatino della solidarietà a cura dalla sezione locale del CIF che si svolgerà la domenica 18 dicembre. Non potranno mancare la vampa di Santa Lucia (12 gennaio) e la degustazione della cuccia (13 gennaio) con annesse degustazioni a base di riso. La presenza degli zampognari contribuirà a creare l’atmosfera del Natale in tutto il paese. Sono previsti tre appuntamenti nei quali verranno presentati dei libri. I ragazzi della scuola, dai più piccoli ai più grandi , come consueto saranno tra i protagonisti di questo Natale: realizzeranno gli addobbi per la piazza e manufatti per il mercatino della solidarietà e saranno presenti come musicisti per le novene itineranti oltre ai vari momenti musicali che li vedranno impegnati con brani natalizi della nostra tradizione e musica del repertorio legato al Natale. Quest’anno ritornerà sulla Scala dei Turchi il presepe vivente a cura dell’I.C. “G. Garibaldi” , della parrocchia e dell’Associazione Acuarinto .