Uil di Agrigento, insieme al suo segretario generale Gero Acquisto, augura a Nello Musumeci e a tutti i nuovi eletti di fare un buon lavoro nell’ambito della gestione regionale.
Così si legge dal comunicato stampa:
“A nome della mia organizzazione sindacale diamo il benvenuto al nuovo governatore Nello Musumeci e agli 8 parlamentari agrigentini eletti a Sala D’Ercole che ha visto tra l’altro un netto rinnovamento con 5 nuovi eletti. Adesso però ribadiamo a tutti dopo una stagione infausta e che ha lasciato morti e feriti, si deve ricominciare a lavorare, negl’ultimi anni la UIL di Agrigento ha  sollecitato tutti i rappresentati di palazzo dei Normanni a collaborare con le parti sociali per dare le giuste risposte a una provincia agrigentina piegata su stessa e quotidianamente abbandonata dalla classe di governo e parlamentare. Per tutto ciò con il nostro ruolo sul territorio ripetiamo e ribadiamo che siamo aperti a un confronto aperto e costruttivo per cominciare a cambiare una rotta che finora è stata devastante a livello economico, sociale e di rapporti politico-istituzionali con il territorio e tutti gli attori sani della nostra provincia. Abbiamo tante emergenze irrisolte e uno stacco fortissimo tra palazzo e paese reale che si è riverberato in un astensionismo record, bisogna ascoltare la base e soprattutto interpretare le esigenze del cittadino e della società solo attraverso una politica che sia lineare, capace e che si confronta e abbia un feed-back con i bisogni della provincia e le istanze di tutti i cittadini, la Uil continuerà a svolgere il suo ruolo sindacale con la speranza di trovare degli interlocutori pronti e risoluti nel prendere decisioni che non sono più derogabili, nei modi, nei tempi e nelle logiche della vecchia politica che ha solo offeso per intero una provincia agrigentina che ha fame di risposte e risultati.”

Ultima modifica: 7 novembre 2017