Teatro della Posta Vecchia presenta ¾ uno spettacolo di Luca Gaeta & Salvatore Rancatore



Teatro della Posta Vecchia

presenta

¾

uno spettacolo di

Luca Gaeta & Salvatore Rancatore

con Salvatore Rancatore

al pianoforte: Edoardo Savatteri

Regia: Luca Gaeta

 

Sabato 17 febbraio ore 21

Ingresso € 10

Info e prenotazioni Tel. 0922 26737

SINOSSI

Un monologo “tragicomico” che ha come contenuto un misto di riflessioni che si affacciano sul mondo di un artista qualunque che, nonostante tutto, continua ad anelare il successo.

Ormai ai margini di una società che non sa più ridere, affronta l’oggi con la sincerità e la schiettezza che solo l’ironia permette.

La stand-up comedy – tra una battuta e una canzone, tra una suonata al pianoforte e il giro delicato di un carillon – è un invito a non perdere di vista il grande potere che abbiamo: quello di plasmare la nostra vita, qui ed ora.

Sono i 3/4 del ritmo della vita, dove il sorriso è l’ultima forma di resistenza, perché la vita è resistenza, l’amore è resistenza, questa storia è una storia di resistenza.

Questa rappresentazione, dove tutto è come non dovrebbe essere, è per chi si sente sbagliato, perdente, per chi perde sempre tutto, vincendo solo se stesso, per chi è caduto mille volte dalla bici, ma non per questo ha smesso di pedalare.

NOTE BIOGRAFICHE

 

SALVATORE RANCATORE (attore)

Ha lavorato con la compagnia Lavia, Tullio Solenghi, Mariano Rigillo, Simona Marchini e Romina Mondello. E’ stato protagonista di numerose produzioni del festival internazionale “Settimana Pirandelliana”. Ha recitato a Londra nel ruolo di Anselmo Paleari in “The late Mattia Pascal, versione inglese del romanzo Pirandelliano, in seguito al quale è stato selezionato dalla Royal Shakespeare per interpretare Caliban in “The tempest”. Al cinema è stato diretto da Giuseppe Tornatore in “Baaria”.

 

EDOARDO SAVATTERI (pianista)

Diplomato in pianoforte presso il conservatorio Bellini di Palermo, ha proseguito gli studi con maestri di fama mondiale come Kenny Werner e David Kikoski. Ha collaborato con registi e attori di teatro come Marco Parodi, Matteo Tarasco e Sebastiano Lo Monaco. Per la televisione ha lavorato con il regista Michele Guardì nel programma Rai “In Famiglia”. Nel 2011 ha inciso il suo primo album, con brani composti per il teatro dal titolo “Musiche per immagini“. La sua passione per il jazz lo ha portato a calcare i palchi dell’Umbria Jazz Festival di Perugia. È attualmente compositore di musiche originali per il cinema e il teatro.

 

LUCA GAETA (regista)

Ha lavorato con Matteo Tarasco, Mariano Rigillo, Laura Lattuada, Simona Marchini, Romina Mondello. Ha ideato, scritto e diretto: Confessioni di un Burattino senza fili, #ALTROKESUPERMAN, R.I.P: – Ritorno In Platea, Hamletophelia, La Gabbia di carne, Dentro Marilyn, e il format Le Dissolute Assolte (ovvero le donne del Don Giovanni) richiesto in numerosi festival europei. Ha diretto lo spettacolo “Cuori di donne” con Tosca D’Aquino e Michela Andreozzi. Nel 2017 ha debuttato con lo spettacolo FASSBINDER/VON KANT da Le lacrime amare di Petra Von Kant di R.W. Fassbinder.

Ultima modifica: 14 febbraio 2018