Sventata la fuga di sette tunisini dall’hot Spot di Lampedusa



Lampedusa, sventata la fuga di sette tunisini dall’isola

Quando hanno scoperto i sette tunisini nascosti nel vano cassonato di un autocarro in procinto di imbarcarsi sulla nave per Porto Empedocle , i militari dell’Arma non credevano ai loro occhi. I Carabinieri erano infatti impegnati in un ordinario servizio di prevenzione generale vicino il molo commerciale e si sono insospettiti quando hanno notato dei movimenti anomali al di sotto di un telone che copriva il vano cassonato di un autocarro, che stava per salire a bordo del traghetto “Cassyra”.

I militari dell’Arma hanno cosi’ deciso di fermare il conducente ed identificarlo, chiedendogli subito dopo di verificare il contenuto del cassone posteriore.

In quel momento, con grande stupore di tutti i presenti, sono saltati fuori sette magrebini, i quali, vistisi scoperti, non hanno opposto alcuna resistenza.

Il conducente dell’autocarro, al termine degli accertamenti, è risultato estraneo alla vicenda, mentre i sette sfortunati fuggitivi sono stati identificati presso la locale Stazione Carabinieri e riaccompagnati presso l’ Hot Spot di Contrada Imbriacola.

Ultima modifica: 15 dicembre 2017