Strade groviera ad Agrigento, “Adotta una buca anche tu: scatta la “denuncia” cantata

AGRIGENTO.  Agrigento, è diventata con il passare dei mesi una città trazzera. Ovunque è un disastro.

E proprio la mancata  manutenzione stradale, torna ad infiammare il dibattito. A parte i gruppi presenti sul web, si devono ringraziare, in particolare, i membri di “Agrigento punto e a Capo” se il problema buche viene mantenuto vivo.

A loro si è unito anche il cittadino Paquito Danile.

I primi, Mario Aversa e Marcello La Scala, hanno scritto una nuova lettera al sindaco ma non si sono limitati alle missive.

Loro, infatti, continuano ad adottare le buche nei vari quartieri e a ricoprirle di cemento.

Paquito Danile, invece, colui che “apriva” i comizi di Marco Zambuto, avvalendosi del mezzo televisivo, ha lanciato una significativa provocazione: “Adotta una buca anche tu” La proposta è stata accompagnata da una canzoncina riadattata.

Chissà che le due iniziative, non possano trovare un sodalizio. Intanto è importantissimo che di buche in città si parli e si critichi l’andazzo.

Una di queste pericolose buche, si trova davanti la chiesa di San Vito, nel “quartiere dei sindaci”, una volta considerato un’ isola felice.

A proposito di buche, il nostro giornale ha deciso di pubblicare una panoramica delle più pericolose buche che mettono a repentaglio la pubblica incolumità. Anche i lettori possono partecipare alla nostra campagna inviandoci le proprie foto con l’indicazione del luogo.

REDAZIONE

lettera al sindaco e prefetto degrado urbano

Il VIDEO

 

Infomazioni autore

ha scritto 12354 commenti su questo blog.

21 Commenti on “Strade groviera ad Agrigento, “Adotta una buca anche tu: scatta la “denuncia” cantata”

  • Alfredo Mazzola wrote on 1 marzo, 2013, 19:35

    ma io vorrei sapere tutti i soldi dell'IMU che fine anno fatto e sono tanti ma tanti

  • Mario Aversa wrote on 1 marzo, 2013, 19:36

    ottima l'idea delle foto da pubblicare anche se amministratori e addetti ai lavori non vivono a las-vegas perpoter toccare con mano e prenderne visione – vero è che taluni viaggiano in fuoristrada e non vengono solleticati dal disagio che la povera gente è costretta a dover sopportare

  • Totò Contino wrote on 1 marzo, 2013, 19:39

    Ma prima della rielezione di Zambuto le buche non c'erano? E perchè non ha pensato prima ad adottare le buche, con relativa canzoncina?

  • Alfonso Cipolla wrote on 1 marzo, 2013, 19:55

    Ormeggiati al porticciolo.

  • angelo wrote on 1 marzo, 2013, 21:13

    Veda Sig. Contino, vero che le buche esistevano anche nella prima nella pèrima elezione del suo Sindaco, ma non si dimentichi le promesse fatte. Come ad esempio quando si attuuppavano le buche con catrame freddo, le ricordo che il mezzo si rumpiva ogno 5 minuti. Poi le do un consiglio quando andra a dormire si canti una ninna nanna insieme a zambuto, non la voglio offendere ma attivi per prima cosa il cerv……poi pensi a scrivere bene.

  • Emanuele Lo Vato wrote on 1 marzo, 2013, 21:51

    La cosa piu vergognosa è che molte di questi scavi sono stati fatti per lavori per conto di riparazioni fatti per servizi, acqua luce telefoni,gas. Per regolamento comunale, tutti questi hanno l'obbligo di ripristinare il manto stradale entro 3 giorni, sarà forse perché non hanno personale per fare un controllo?……

  • cratide wrote on 1 marzo, 2013, 23:19

    ma non si dovevano spendere i soldi risparmiati dalla mancata realizzazione del raddoppio di via empedocle? almeno così in maniera trionfalistica si era speso il nostro tanto amato?????????????????? sindaco.

  • Marcello Maraventano wrote on 1 marzo, 2013, 23:07

    buche???? alcune sono Fosse delle Marianne

  • sergio wrote on 2 marzo, 2013, 0:19

    …MAH

  • Stringalove wrote on 2 marzo, 2013, 2:44

    Considerazioni sintetiche e poco polemiche:
    le buche ci sono.
    le strade sono fatte male.
    ci sono avvallamenti bizzarri.
    ci sono le radici degli alberi profonde che scompaginano l’assetto stradale.
    l’asfalto è di bassa qualità.
    la bitumazione è stravagante.
    non c’è un tratto che sia sano, o è buca o è ondulazione, un collage variegato di gradazioni di asfalto con pericolose giusta-sovrapposizioni di asfalto.
    i tombini troppi e mal posizionati per superficialità degli operai
    lavori in corso maldestri e/o mezzi pesanti causano autentiche voragini
    il maltempo associato ai sistemi di drenaggio.
    le giunture stradali con i punti di debolezza nei tratti di scorrimento veloce

    ne consegue una cosa lapalissiana, la colpa della buca in sè non è del sindaco ma di tecnici e di ingegneri, la mancata riparazione urgente si invece, è una colpa gravissima del sindaco.
    Il morto ci può scappare eccome.
    ed ammesso che non ci siano morti i risarcimenti il comune li prende dai nostri soldi delle nostre tasse…
    ergo…
    chi vivrà vedrà…

  • Stringalove wrote on 2 marzo, 2013, 2:56

    ps… chiamate le strade cittadine emmentaler non gruviera… il formaggio gruviera non ha buchi come viene erroneamente ritenuto ma è liscio… non mi pare il nostro caso… certo paragonare le nostre trizzere alla precisione svizzera seppur in ambito caseario è quantomai curioso e beffardo no? nei cantoni usano asfalto rosso, qua c’è il rischio che arrossisca di sangue…

  • La Scala Marcello wrote on 2 marzo, 2013, 8:36

    "adotta la buca" era stata lanciata già da Agrigento punto e a capo qualche mese fa

  • Alfredo Mazzola wrote on 2 marzo, 2013, 8:39

    il controllo do dovrebbe fare il tecnico del comune ma spesso per una manciata di pane si mette d'accordo con l'impresa e poi rischia di vedere il figlio o un parente all'ospedale

  • Nino Riggio wrote on 2 marzo, 2013, 8:41

    Si vergogni il sindaco ad abbandonare la città in questo stato !!!!

  • angelo wrote on 2 marzo, 2013, 9:44

    Ma scusatemi ma mazzola non faceva il tifo per zambuto, poveri noi.

  • Mario Schembri wrote on 2 marzo, 2013, 11:00

    E ancora non avete visto il tappeto a mosaico del seminario, e' pieno di buche con pezzi di pietra scollati dal mosaico, a rischio di scivolare con le moto.E poi sempre nel centro storico non parliamo dell'erba cresciuta nei marciapiedi che sembriamo di essere nella foresta amazzonica.E per concludere le feci dei cani che dobbiamo fare la cincana x evitare di pestarne qualcuna.

  • Silvana da Torino wrote on 2 marzo, 2013, 13:00

    Ancora con le buche state?????Ma non erano state adottate????Secondo me,potrebbe trattarsi di scavi archeologici!!!!.Saluti tappati da Silvana.

  • Deborah wrote on 2 marzo, 2013, 22:16

    Tutti che si lamentano del nostro sindaco…..ma scusate non l’avete sostenuto e rivotato perchè doveva ancora dimostrare che avrebbe fatto tanto per la nostra città?! E menomale!!! Le buche esistono in ogni strada di Agrigento e quelle poche che in passato sono state ricoperte dopo la prima pioggia sono riapparse…come i funghi!!!!
    E’ una vergogna ridurre la città in queste condizioni…ma la verità è sempre quella…chi sta al “potere” vuole solo assicurarsi uno stipendio e se ne frega del futuro della propria terra…che tristezza!!

  • Lucas wrote on 4 marzo, 2013, 13:06

    Mi viene da ridere…..i soliti Agrigentini…Paquito osannava, difendeva e sosteneva Zambuto, altri intervistati idem e adesso si lamentano. La verità è che in questa città non c’è un minimo di amor proprio da parte dei nostri politici. E’uno schifo, ci vuole una rivoluzione di coscienze, sappiamo solo subire.

  • NINO CASESA wrote on 4 marzo, 2013, 13:11

    si potrebbero aggiustare le buche con i soldi che percepiscono gli ASSESSORI del comune,tanto a che servono gli ASSESSORI se non possono fare niente per mancanza di fondi ? Almeno questi soldi li investono per la citta’ !

  • Rita wrote on 6 marzo, 2013, 10:01

    Quelli del Comune hanno trovato un nuovo e “geniale” modo di tappare le buche disseminate nelle nostre strade: ricoprire di terriccio rosso o terra presa dai margini delle strade !!!!!!! E pensare che ci avranno pure studiato sopra per trovare la soluzione, peccato che le leggi di natura facciano il loro corso. Per non parlare di strade con lavori che durano un’eternità, prima chiuse alla meno peggio e poi riaperte(avranno dimenticato di passare qualche altro tubo?)vedi la zone di contrada Minaga, trafficatissima e distrutta. Forse il sig. Sindaco e i suoi assessori vanno al lavoro in elicottero e non hanno figli che camminano con i motorini , col rischio al buio di prendere qualche voragine e finire rovinosamente a terra con conseguenze gravi. Prima di spendere i nostri soldi in campetti fantomatici(isole felici in mezzo a tanto degrado) con tanto di erbetta da posizionare (in zona Fontanelle) forse si sarebbero potute stabilire altre e ben più urgenti priorità. Scusate lo sfogo, ma il disgusto è tanto!!!

Scrivi un commento

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Testata iscritta al n.289 Registro Stampa Tribunale di Agrigento in data 18 Settembre 2009
Dir. resp. Eugenio Cairone
P.I. 02574010845 · Copyright © 2009 - 2014 - tel 338.2146190 - agrigentooggi@hotmail.it
Iscrizione ROC n.19023