“In tema di stabilizzazione dei precari l’arma più usata all’interno del Palazzo di Città è il silenzio. Quindi, l’unica carta rimasta è chiamarli tutti all’appello in un consiglio straordinario aperto alle forze sindacali”.
 
Esordisce così il consigliere comunale indipendente, Nuccia Palermo, che qualche settimana fa aveva già annunciato di affiancare i 191 lavoratori precari nella tormentata battaglia alla ricerca di una dignità lavorativa da troppi anni sottrattagli.
 
“Il nuovo dettato normativo che per chi non lo ricordasse è rappresentato dal D. Lgs 218/2016 e dal  D. Lgs 75/2017 (decreto Madia) – commenta il consigliere indipendente – contiene già le procedure di stabilizzazione ora, però, vanno applicate”.
 
“Siamo ansiosi di vedere se la corsa alle poltrone, a qualsiasi livello, è dettata dalla voglia di risolvere le problematiche o semplicemente dalla spasmodica necessità di una confortevole e remunerata collocazione – tuona Nuccia Palermo – e quale migliore occasione per le forze politiche di dimostrarlo all’interno di un consiglio straordinario aperto volto alla ricerca di una definitiva soluzione”.
 
“Vanno stabilizzati – conclude il consigliere- e a dirlo è la normativa, la stessa che coinvolge le sigle sindacali troppo spesso lasciate ai margini di trattative nelle quali una condivisione maggiore di idee non potrebbe che giovare alla speranza del più veloce raggiungimento di soluzioni. Ora attendiamo la convocazione”.

Ultima modifica: 1 febbraio 2018