E’ stato condannato definitivamente Alessandro Tavormina, 37 anni, di Ribera, accusato di tentato omicidio nei confronti dell’ex moglie. Tavormina avrebbe sparato, nel maggio del 2014, contro l’auto sulla quale viaggiava la donna, rimasta illesa, cinque colpi di pistola che raggiunsero il vetro posteriore della Fiat Punto della donna.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che ha rigettato il ricorso della difesa del riberese e confermato la condanna inflittagli, 10 anni e 4 mesi di reclusione, in primo e secondo grado. Tavormina ha sempre negato ogni accusa proclamandosi innocente.

Ultima modifica: 14 ottobre 2017