Sindaco Firetto: “La revoca del decreto di nomina del Consiglio del Parco della Valle dei Templi è stata di vitale importanza per restituire legittimità e buon governo al Parco Archeologico”.
L’assessore regionale dei Beni Culturali, Aurora Notarianni, corregge l’errore commesso dal precedente assessore, per il quale era già stato presentato ricorso al TAR.

Sindaco Firetto – La città torna ad avere voce

In una nota stampa, il Sindaco Firetto esprime piena soddisfazione per questo importante risultato.
Da un punto di vista formale, si restituisce legittimità e buon governo al Parco archeologico, perché si aboliscono gli effetti di una normativa che era in contrasto con la Legge regionale 9 del 2015, che stabiliva i criteri delle nomine del Consiglio del Parco di Agrigento. Dal punto di vista sostanziale, si ristabilisce il concetto di competenza e rappresentatività del Consiglio del Parco, laddove è prevista la presenza con diritto di voto al sindaco, annullando di fatto lo squilibrio di una delega affidata con pieni poteri soltanto a due rappresentanti nominati dall’Assessore regionale, nonché al soprintendente dei Beni culturali di Agrigento. La città torna ad essere presente e le attività del Parco tornano ad essere comprese in una logica di promozione e di sviluppo territoriale.”
Il Sindaco Firetto, inoltre, annuncia di rinunciare a qualsiasi azione legale inanzi al TAR e ne approfitta per ringraziare il Presidente uscente, Bernardo Campo, e tutti gli altri componenti del Consiglio per il lavoro svolto finora.

Ultima modifica: 31 ottobre 2017