Avversario di turno è Remer Treviglio. Se i bergamaschi sono ancora a caccia della prima vittoria stagionale, Agrigento vuole dare continuità di risultati tra le mura amiche e battere quella che viene considerata una concorrente diretta per il mantenimento della serie A2. Davanti al pubblico di casa la “Effe” vuole tornare al successo, mentre Treviglio proverà ad evitare la terza sconfitta stagionale in altrettante gare. “Imperativo è vincere – dice Pepe – stiamo preparando una partita che per noi è fondamentale considerato che ci permetterà di guardare alle due trasferte consecutive con maggiore ottimismo. Siamo ancora all’inizio del campionato ma questa sfida è fondamentale per incanalare la stagione sui binari giusti”.  La Moncada è reduce dalla sonora sconfitta di Siena, una partita che in questi giorni i giocatori biancoazzurri hanno avuto modo di esaminare attraverso i filmati. “Dobbiamo fare tesoro dei nostri errori per evitare di commetterne altri in futuro – commenta Pepe – siamo una squadra che deve crescere molto, competitivi ma dobbiamo essere più continui. Se nella partita con Latina siamo riusciti a gestire i momenti difficili, a Siena non è stata la stessa cosa. A proposito – aggiunge – voglio ringraziare i tifosi che ci hanno seguito al PalaEstra, dispiace per il risultato. Abbiamo bisogno del loro sostegno, spero che anche domenica al PalaEmpedocle siano numerosi”.

Il calore del pubblico biancoazzurro sarà un ingrediente necessario per riprendere confidenza con la vittoria.
Ciani però ha già messo in guardia i suoi. Attenzione ai bergamaschi rimasti ancorati a quota zero nella casella punti, dopo le sconfitte rimediate contro Trapani e Tortona. “Il nostro coach è uno dei migliori dal punto di vista tecnico – dice Pepe – eccezionale sotto il profilo umano. Sono molto contento della scelta che ho fatto nel venire qui, spetta a me ripagare la fiducia che mi è stata data. E’ la mia prima esperienza lontano da casa – aggiunge la guardia – ad Agrigento mi sono sentito subito a casa, sia come città che come squadra”. Il pescarese, lo scorso anno in B con la squadra della sua città, in queste prime uscite della Fortitudo si è già ritagliato un ruolo importante entrando immediatamente nel cuore dei sostenitori agrigentini. Nei prossimi giorni Ciani proverà gli schemi per arginare i lombardi.  “E’ una squadra – dice Pepe – con delle individualità importanti, vorranno fare di tutto per non perdere ancora”.

Come la Moncada, la società bergamasca, nel corso di questi anni, si è ritagliata un suo spazio nel basket nazionale. Con un progetto tanto semplice quanto ambizioso, ha gradualmente scalato le serie minori fino alla serie A2 nell’attuale formato a gironi, dove milita per il terzo anno consecutivo. Il presidente Gianfranco Testa ha confermato fino al 2020 coach Adriano Vertemati, mettendolo al centro del progetto di crescita e consolidamento dei biancoblu trevigliesi. Anche Treviglio fa della progettualità uno degli elementi fondamentali della gestione societaria. Questa estate sono arrivati cambiamenti nel roster. Il primo colpo del mercato estivo è stato Alan Mark Voskuil, guardia tiratrice classe ’90.
Proveniente dalla Viola Reggio Calabria, il “re delle triple” è un autentico cecchino dall’arco dei tre punti. Nell’ultima stagione ha avuto una media di 25.25 punti e una percentuale del 40 % da tre. In luglio è arrivato il secondo USA, Bryce Douvier, ala forte classe ’91.
È un ottimo difensore, con piedi veloci, reattivo, grande presenza fisica (2.01 m x 104 kg), dotato inoltre di un apprezzabile gioco spalle a canestro; notevole anche il suo score in fase offensiva, già messo in mostra nelle prime due giornate di campionato (30 punti, 14 rimbalzi, 3 assists, 34 di valutazione). A Bergamo è rimasto il duo di navigati formato dal capitano Emanuele ‘Lele’ Rossi, centro classe ’82, e da Tommaso ‘Tommy’ Marino, play classe ’86.

Ultima modifica: 12 ottobre 2017