A Simone Agrò l’Oscar della Danza 2017: una giovane promessa della danza italiana



Simone Agrò, 19 anni di Realmonte(Ag), ha tutte le carte in regola per farsi strada nel mondo dello spettacolo e della danza in particolare. Il giovane, diplomato da pochi mesi alla scuola del Teatro dell’Opera di Roma, è entrato immediatamente nella Compagnia di ballo del Teatro e si è fatto notare fin da giovanissimo per le sue qualità tecniche ed artistiche.

All’età di 13 anni lascia la Sicilia valigie alla mano, a seguito di una borsa di studio vinta nel Concorso Scala dei Turchi ed assegnatagli dal Maestro Molin, che gli ha permesso di entrare alla scuola di danza del Teatro dell’Opera  dove ha avuto modo di farsi conoscere ed accedere alla stessa Compagnia diretta dalla ballerina Eleonora Abbagnato. Da lì, esibizione dopo esibizione, Simone non è passato inosservato mostrando un grandissimo talento e prendendo parte a spettacoli con ruoli anche da solista.

E’ di qualche giorno fa l’ultimo suo successo in ordine di tempo. Si è aggiudicato l’Oscar della Danza 2017 come migliore giovane promessa maschile della danza italiana. La cerimonia di premiazione, negli studi di Cinecittà World Roma, condotta da Pino Strabioli e Rossella Brescia con direzione artistica del bravissimo coreografo Luciano Cannito, era presieduta da una giuria di qualità composta da illustri personalità del mondo dell’arte e della televisione. Il giovane si è dichiarato molto emozionato per questo importante riconoscimento e ha ricevuto tantissimi complimenti per il suo modo di danzare, quasi a non toccare terra, trasmettendo tutta la passione ed il vero stile di un danzatore professionista.

Un momento di grande orgoglio per sè, per la provincia agrigentina, ma ancor di più per chi ha forgiato il suo talento innato, ha gettato le basi artistiche per un suo futuro nella danza. Parliamo di Progetto Danza, delle insegnanti Liana e Daniela Bartolomeo, la scuola dove fino a 13 anni con sacrificio ed insegnamenti professionali è cresciuto artisticamente Simone. Ed è proprio alle sorelle Bartolomeo che lui deve la sua bravura, poichè è stato seguito con precisione e ad alti livelli che gli hanno permesso di fare adesso la differenza. Insegnanti che si dichiarano anche emozionate per l’ennesimo successo di uno dei loro allievi promettenti e fiduciose in altre ascese verso il successo.

Ecco una parte della premiazione a Simone Agrò.

Ultima modifica: 3 novembre 2017