Agrigento – Prime visite scolastiche nella “Stanza della memoria” del giudice Rosario Livatino dopo la cerimonia di apertura presieduta dalla sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Maria Elena Boschi. Gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Esseneto – Castagnolo” accompagnati dalle docenti, particolarmente incuriositi ed emozionati, hanno visitato questa mattina, presso l’ex Palazzo di giustizia di Agrigento in piazza Gallo, oggi sede di uffici comunali, la camera dove per dieci anni lavorò come sostituto procuratore della repubblica il giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia il 21 settembre del 1990.

A fare da guida agli studenti é stato il personale dell’ufficio pubblica istruzione del Comune, cui è demandato il compito di sovrintendere alle prenotazioni e alla gestione di quel luogo della memoria. Sono infatti già molte le scuole che hanno chiesto di poter far visitare ai ragazzi la Stanza del giudice Livatino.

 “ E’ fondamentale – ha detto il sindaco Lillo Firetto – che proprio nella sede degli uffici comunali si lasci un segno tangibile della vita di un magistrato siciliano che ha saputo dare l’esempio con la sua determinazione, il suo rigore, la sua correttezza, la sua devozione e la sua pace interiore”.

Per le visite alla “Stanza della memoria” del giudice Rosario Livatino è necessario prenotare ai seguenti numeri: 0922.590138/590139/590140

Ultima modifica: 19 ottobre 2017