Sciacca plaude a bus nella valle

L’Assessore comunale Giovanni Sciacca plaude all’iniziativa portata avanti dall’Ente parco archeologico e dai Luoghi dell’Arcadia per potenziare i servizi nella Valle dei templi. In particolare Sciacca fa riferimento all’attivazione del bus elettrico che dal parcheggio di Porta V conduce i turisti fino al tempio di Giunone, passando da Piazzale Hardecastle, dal Tempio di Ercole e della Concordia.

Si tratta di un servizio particolarmente utile per disabili o turisti con particolari difficoltà a camminare, che soprattutto in questo periodo di caldo afoso consente loro di non rinunciare alla visita di uno dei luoghi più belli al mondo.

“Con questa iniziativa – afferma l’assessore – non solo ampliamo l’offerta turistica, offrendo la possibilità a molti più turisti di poter visitare la nostra area archeologica, ma eleviamo anche l’immagine della nostra città. Sono sicuro che – ha concluso Sciacca – solo attraverso una costante sinergia tra pubblico e privato potremo in un breve periodo sviluppare e porre in essere tutta una serie di idee e iniziative utili a potenziare la nostra offerta turistica e migliorare sia in termini di qualità che quantità i servizi offerti”.

LEGGI ANCHE:

Valle dei Templi di Agrigento, arriva il servizio navetta

 

Infomazioni autore

ha scritto 3080 commenti su questo blog.

12 Commenti on “Sciacca plaude a bus nella valle”

  • maria wrote on 11 luglio, 2012, 15:23

    L’assessore Sciacca dimostra un’incompetenza sorprendente data la natura tecnica del suo incarico.
    La navetta elettrica che consente in 30 minuti di visitare la parte più rilevante della Valle dei Templi costituisce una ferita che viene inferta alla qualità del turismo agrigentino.
    La qualità della visita ne viene gravemente sminuita, si incentiva il turismo “mordi e fuggi” e si mortificano gli sforzi fatti per creare iniziative utili a trattenere i visitatori ad Agrigento.
    A essere danneggiati sono nell’ordine: guide turistiche, tassisti, albergatori e proprietati di b&b, bar, ristoratori, negozianti e operatori culturali.
    Quanto ai turisti disabili, si faccia il servizio per bene. Una o più golf cart (come quelle degli aeroporti) che consentano la visita completa della Valle e con tempi adeguati. Si abbia autentico rispetto dei disabili!
    Infatti, come fanno i disabili che parcheggiano a Sant’Anna ad arrivare al tempio di Ercole? Non si usino i disabili come scusa per fare business.
    Sciacca…torni a scuola.

  • Direttore wrote on 11 luglio, 2012, 15:32

    @Maria, che facciamo per trattenere i turisti nella valle più a lungo gli mettiamo una palla legata al piede?
    Il problema del mordi e fuggi non è tagliando i servizi che si risolve. Credo invece che più servizi offriamo meglio è. Chissà magari se i turisti impiegano meno tempo a visitare la via sacra avranno più tempo da trascorrere altrove e saranno meno distrutti dalla stanchezza e piuttosto che rimanere in albergo a dormire avranno voglia di fare un giro in centro storico. Che dice? Sbaglio?

  • deborah wrote on 11 luglio, 2012, 15:47

    Secondo me invece è una bella idea solo che prima di pensare a queste particolarità si deve mirare ad attirare il turismo prestando molta attenzione al nostro mare…vorrei sentire parlare e risolvere il problema del depuratore prima che delle navette che, sono anch’esse importanti ma non tanto quanto l’emergenza MARE!!!!

  • Sonia Cella wrote on 11 luglio, 2012, 16:18

    Se vogliamo a tutti i costi attaccare facciamolo pure. Ma io, personalmente, non sono cosi contraria all’iniziativa dell’Ente Parco. (non ho ben compreso, in tutto questo, il ruolo di Mr Sciacca: plaude?)

    La vita dei disabili, ad Agrigento, è particolarmente difficoltosa ed umiliante. SE in qualche modo si riesce a superare qualcuna delle innumerevoli barriere architettoniche che coronano la nostra bella? cittadina beh…non credo sia così sconcertante.

    I tassisti lavoreranno comunque e le Guide Turistiche potrebbero coordinarsi e lavorare in sinergia e forse anche di più di adesso.

    Piuttosto…anzicchè aggirare le barriere architettoniche dovremmo tentare di eliminarle. Giacchè non c’è cosa più bella per un disabile di essere autonomo.

  • alessandro tedesco wrote on 11 luglio, 2012, 16:27

    Credo che come tutti i Servizi Aggiuntivi della VAlle dei Templi questo sia un’offerta che va incontro alle richieste del turista/visitatore e non si può che ritenerla una ulteriore conquista.
    @Maria: non capisco quale possa essere la ferita inferta ad Agrigento considerato che un Servizio che migliora la fruizione e tra l’altro ecocompatibile e che accresce l’offerta complessiva.
    Certo,sarebbe una conquista per la Città se invece che per la VAlle il Bus Elettrico fosse un Servizio Urbano!
    I problema Maria è che cresce l’offerta per la Valle ma manca totalmente l’offerta del Prodotto Turistico Agrigento!
    Ma ci si sta lavorando: Associazioni, Gruppi di persone, Movimenti, Fondazioni, Imprenditori, singole professionalità e anche l’Assessore Sciacca sono consapevoli che si debba intranprendere un New Deal per la nostra Città. Le Risorse non mancano: la Pubblica Amministrazione e i Privati faranno la loro parte, ne sono convinto.

  • giancarlo wrote on 11 luglio, 2012, 18:51

    Io credo che Maria abbia ragione. Nell’affrontare la questione ci vuole lungimiranza.
    intanto, quella che si
    svilisce e la parte culturale

  • MANLIO OTTAVIANO wrote on 11 luglio, 2012, 18:54

    Il mio augurio è che tale importante servizio non sia limitato al solo periodo estivo,mi auguro che si passi a piccoli bus elettrici per l’intera cittàmi auguro contemporaneamente che Giovanni Sciacca,operatore del settore prima ed assessore dopo,non perda di vista tanti altri piccoli problemi che posssono contribuire al miglioramento del prodotto turismo di Agrigento;per esempio si dovrebbe far portatore di una maggiore attenzione alla pulizia delle strade,delle aiuole,degli alberi del lungomare(20 giorni fa ho pubblicato su facebook, una foto e un commento del lungomare di Marina di Ragusa pulitissimo già da giugno),spero non si provveda in tal senso a metà agosto.
    Si potrebbero completare con gli orari la cartellonistica delle fermate dei bus urbani…C’è tanta carne da mettere al fuoco,mi auguro che Sciacca sia un buon…cuciniere!

  • antonio wrote on 11 luglio, 2012, 19:39

    Vorrei spezzare una lancia al neo assessore Sciacca a riguardo del trasporto disabili nella valle dei templi con l’ausilio del trenino ELETTRICO e non con l’accompagnamento tramite l’ingresso di autovetture a benzina/diesel o altro tipo di carburante altamente inquinante e antiestetico per la Valle stessa per esperienza personale, ho una mamma disabile al 100% che ultimamemte e’ venuta a trovarmi dalla mia citta’ di origine precisamente da Bari una citta’ che a mio parere sa’ come accogliere il turista,la sua visita alla meravigliosa Valle dei templi purtroppo per mancanze organizzative non e’ stata di suo gradimento proprio per il fatto che abbiamo dovuta lasciarla come un soprammobile all’ingresso del tempio di Giunone perche’ la sua invalidita’non gli permetteva di affrontare la faticosa ma pur sempre meravigliosa passeggiata nella Valle e godendo cosi di tutte le bellezze che essa offre ma purtroppo ripeto per mancanze di mezzi adeguati non gli e’ stato possibile visitarla.I DISABILI ricordo sono una parte di noi che hanno avuto la sfortuna di non godere di tutto quello che offre un corpo sano,che molti hanno ma con la pochezza di cervello commentano un idea originalissima e che servira’ molto ad eliminare queste barriere architettoniche della quale Agrigento ne ha il primato assoluto essendo una citta’su diversi livelli infatti ci vorrebbero scale mobili che aiuterebbero ad essere piu’autonomi.Il problema del turista mordi e fuggi non e’ colpa di queste idee che possono solo aiutare il turismo ma la mentalita’ di alcuni agrigentini che del turismo vogliono solo fare un business personale facendo della visita di un giorno del turista l’occassione per spennarlo vivo e riempire le proprie tasche e quindi prima di giudicare fare un esame di coscienza non fa mai male,penso che se l’assessore avesse proposto permessi a qualche paninaro di turno per fare salsiccie arrostite con contorno di cipolla nella passeggiata della Valle qualcuno avrebbe detto che questo significa fare turismo…..Quindi invito l’assessore Sciacca a continuare con queste iniziative e di non pensare alle critiche della gente che vorrebbe la citta’ come ultima d’Italia perche’ purtroppo i disabili non sono solo quelli che hanno un menomazione fisica anzi io definisco mentalmente instabili tutti coloro che prima di parlare non collegano mai la lingua al cervello!

  • alessandro tedesco wrote on 12 luglio, 2012, 10:08

    Quoto antonio “invito l’assessore Sciacca a continuare con queste iniziative e di non pensare alle critiche della gente che vorrebbe la citta’ come ultima d’Italia perche’ purtroppo i disabili non sono solo quelli che hanno un menomazione fisica anzi io definisco mentalmente instabili tutti coloro che prima di parlare non collegano mai la lingua al cervello” e purtroppo se la città di Agrigento è fanalino di coda nella vivibilità lo è per questa maledetta rivoltante pratica tutta agrigentina della calunnia, insinuazione, critica, biasimo, diffamazione, denigrazione, rimprovero, spiata, dileggio, delazione, gelosia, invidia… Eppure è una delle città dove si distribuiscono centinaia di premi alla letteratura, musica, cinema, bontà, bellezza, sapere, saputo, sapienza, ecc ecc … E quelle persone che giornalmente fanno il loro dovere zitti zitti senza roboanti messeinscena? che immersi nel tedio e nell’inedia cittadina hanno dato e continuano quotidianamente a dare creatività e linfa a questo paese senza che mai sia stato celebrato il loro contributo anzi accusato e deriso?
    Sveglia, Sveglia!!!

  • maria wrote on 12 luglio, 2012, 18:38

    SCUSATE…MA NON LO CAPITE CHE QUI NON SI PARLA DI DISABILI, MA DI BUSINESS?
    SOLO UNA DOMANDA: SE IL PULMINO E’ PER I DISABILI, COME FANNO I DISABILI CHE PARCHEGGIANO A SANT’ANNA A RAGGIUNGERE IL TEMPIO DI ERCOLE DOVE PARTE IL PULMINO?
    SE GLI INTERESSASSERO I DISABILI METTEREBBERO DEI GOLF CART IN GRADO DI PORTARLIO DA UN CAPO ALL’ALTRO DELLA VALLE.
    APRITE GLI OCCHI!

  • antonio wrote on 17 luglio, 2012, 8:36

    Brava maria, infatti non e’ solo limitare al trenino l’unica risorsa ,ma le iniziative che devono essere tante, tutte mirate a rendere il soggiorno per il turista normodotato e non il piu’ rilassante possibile,a questo punto critico molto la scarsa gestione dei tour operator i quali a mio parere non sono in grado di far capire al settore sia alberghiero che della ristorazione di abbassare i prezzi per far ripartire la macchina del turismo e renderlo accessibile a tutti e non solo a pochi eletti,ad esempio pagare una pizza e birra a soli 5,00 perche’ come dice lo spot dell’ENI se non si riparte da qui quando si riparte???????Nell’occassione condivido il commento di manlio ottaviano perche’ la citta’ si presenta sporca e poco curata sotto l’aspetto estetico ricordo che stucco e pittura fanno sempre bella figura (vedi porto empedocle)ci sono delle ringhiere della citta’ che ormai il loro colore e’ la ruggine,strade piene di buche avvolte cosi profonde che per il malcapitato di turno lo devono cercare tramite “chi l’ha visto” insomma il turista e non SOLO vuole una citta’pulita bella e vivibile sotto ogni aspetto.

Trackbacks

  1. Valle dei Templi di Agrigento, arriva il servizio navetta - Agrigento Oggi | Agrigento Oggi

Scrivi un commento

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Testata iscritta al n.289 Registro Stampa Tribunale di Agrigento in data 18 Settembre 2009
Dir. resp. Eugenio Cairone
P.I. 02574010845 · Copyright © 2009 - 2014 - tel 338.2146190 - agrigentooggi@hotmail.it
Iscrizione ROC n.19023