Salvatore Moncada è tornato a sorridere



Il nuovo corso della Fortitudo che ha già racimolato due vittorie su tre partite piace al main sponsor .  “Siamo quelli che dovevamo essere. Per le scelte che abbiamo fatto in estate speriamo che la squadra ci premi come pensiamo”. Ha commentato il presidente, Salvatore Moncada, che è stato intervistato a margine della partita vinta domenica per una radio locale. “Contro Treviglio è stata una partita molto dura, la reazione dei ragazzi mi ha fatto molto piacere”. Ha affermato il vertice della società che al PalaEmpedocle è tornato a divertirsi. “ La squadra ha un ottimo equilibrio mentale – dice il presidente – sotto questo punto di vista i ragazzi stanno dimostrando tanto, questo non può che farmi piacere”. Moncada alla fine della scorsa stagione aveva annunciato una rivoluzione, via tutti i “senatori” tranne Franco Ciani, Cristian Mayer e Marco Evangelisti, dai quali è ripartito il progetto. Dopo tre giornate di campionato c’è già un dato che fa riflettere. La coppia di americani funziona, elemento non di poco conto in un torneo di serie A2. Se la scorsa stagione il presidente è rimasto scontento soprattutto del rendimento dei due giocatori che arrivavano d’oltre manica, questa volta il duo dei neo arrivati Jalen Cannon e Penny Williams, con quest’ultimo che aveva già vestito la canotta biancoazzurra, funzionano. “In estate abbiamo fatto delle scelte ben precise – ha spiegato il re dell’eolico –  puntando su delle persone che avevano voglia di dimostrare tutto quanto il proprio valore. Qualcuno di loro proviene da campionati minori, ma abbiamo anche gente come Penny Williams.  Bravissimo, che vuole riscattare le stagioni in chiaro e scuro, dettate dai problemi fisici, degli ultimi due anni”. Ovviamente c’è da essere soddisfatti dell’atteggiamento del gruppo, la Fortitudo lotta e gioca da squadra, mettendo in campo grinta e determinazione e facendo divertire il pubblico. “Tutti hanno voglia di dare il massimo, facendo vedere quanto valgono. Noi, puntavamo proprio su questo”. Dice con tono soddisfatto ancora Moncada. Adesso la sua squadra è attesa da due trasferte di fila. Tortona e Casale , entrambe al comando della classifica, costituiscono un banco di prova importante per il carattere di questi ragazzi. Con le isolane Agrigento, Trapani e Cagliari che stanno ben figurando, il girone Ovest parla piemontese, con in testa Casale e Tortona, vittoriose su Reggio Calabria ed Eurobasket. L’inizio stagione della A-2 promette parecchie sorprese: rapporti di forza e gerarchie sembrano mutati rispetto allo scorso anno. Alla vigilia della terza giornata, cresce la consapevolezza nei tifosi che Agrigento potrebbe ancora stupire. La Moncada come altre squadre ha sicuramente il vantaggio di aver conservato la guida tecnica: Franco Ciani, al settimo anno consecutivo nella stessa panchina. In estate la squadra agrigentina ha mostrato subito le idee chiare con vari innesti mirati, puntando sui giovani e raffinando con i due stranieri assolutamente complementari: un realizzatore e un altro di quantità. La ciliegina la conferma di Marco Evangelisti, uno che conosce la categoria come pochi. Portare ad Agrigento Paolo Rotondo è stata scelta azzeccata. Il centro siracusano, sposato con un’agrigentina, conosce bene la piazza e la categoria. Agli scettici che ad inizio stagione temevano che questa squadra avesse pochi muscoli e poca stazza fisica rispetto ad avversari ritenuti più quotati, la risposta è arrivata già domenica. Cannon e Rotondo hanno retto e vinto i confronti sotto il tabellone, facendosi valere con avversari della portata di Jacopo Borra. Adesso però c’è da pensare alla prossima, già da ieri la Fortitudo è tornata a faticare. La squadra ha cominciato a visionare i video del prossimo avversario. Nel gruppo c’è la serenità dettata dal fatto di aver vinto domenica. La squadra vorrà farsi valere anche in trasferta. La crescita di questo gruppo passa anche attraverso le due partite che l’attendono. (DV)

Ultima modifica: 17 ottobre 2017