Carmina e Saia ai ferri corti : controreplica del sindacalista, Porto Empedocle è allo sbando

Carmina e Saia ai ferri corti, controreplica del sindacalista: Cisl non fa politica, Porto Empedocle è allo sbando.

Braccio di ferro continuo. Prima il comunicato della Cisl sulla paventata chiusura della Torre di Carlo V, poi la risposta del sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina, che accusa Maurizio Saia di fare politica, smentendo la chiusura del monumento settecentesco. Adesso la controreplica del segretario provinciale della Cisl che non placa le polemiche. Anzi.

“La Cisl fa solo sindacato e non fa politica e non utilizza strumenti per farla”, dice Saia nel video da lui diffuso,  “siamo sempre entrati in merito ai  problemi che riguardano la città di Porto Empedocle, abbiamo parlato dell’area industriale e proposto le soluzione per Italcementi, e continueremo a farlo. Il video che ho registrato, come cittadino e non come Segretario Cisl, fa vedere come la città  sia allo sbando più totale, non c’è nessuna azione di danneggiamento nei confronti della Città”.

Per quanto riguarda la Torre di Carlo V, sottolinea Saia, non comprendo la sua reazione, abbiamo solamente detto quello che lei stessa ha confermato, che si deve provvedere alla manutenzione sennò rischia la chiusura”, ha concluso Saia.

La risposta del sindacalista è tutt’altro che conciliatoria, il nuovo intervento getta altra benzina sul fuoco, mentre niente viene detto sulla situazione contabile in cui versa il comune di Porto Empedocle, che la Carmina ha più volte denunciato. (Leggi anche la risposta del sindaco Ida Carmina – clicca qui).

LEGGI ANCHE : Operazione verità , Carmina e Cancellieri sui conti del comune

 

 

Ultima modifica: 14 aprile 2018