Risotto allo Sparacello



Ciao a tutti cari lettori in tema di frutta e verdura oggi vi propongo un’interessante ricetta che ha come protagonista un ortaggio da sempre presente e molto apprezzato nelle nostre tavole: lo sparacello                                                        Giocando con i colori e le consistenze ho realizzato un piatto apparentemente semplice , raffinato e gustosissimo, ma fate attenzione alla tecnica, stiamo parlando di sua maestà il risotto e non di riso con lo sparacello . Buon divertimento dietro ai fornelli, date spazio alla vostra creatività, siate curiosi e sperimentate sempre. Rimango a vostra disposizione per qualsiasi dubbio o consiglio, mi trovate sempre attivo e disponibile  nei miei canali social e blog.

INGREDIENTI PER DUE PERSONE

  • 200 GR RISO CARNAROLI
  • 1 NOCE DI BURRO
  • 1/2 BICCHIERE DI VINO BIANCO
  • 1 SPARACELLO MEDIA GRANDEZZA
  • 1 SPICCHIO D’AGLIO
  • 1CIPOLLETTA FRESCA
  • OLIO EVO (EXTRA VERGINE ) Q.B.
  • SALE Q.B.
  • PEPE Q.B.
  • BRODO VEGETALE 1,5 L

PER LA MANTECATURA

  • FORMAGGIO GRATTUGIATO Q.B.
  • 1 NOCE DI BURRO

PER IL BRODO

  • 1,5 L ACQUA
  • 1 CAROTA
  • 1 CIPOLLA GRANDE
  • 1 COSTA DI SEDANO
  • SALE Q.B.

PROCEDIMENTO

Per prima cosa lavate  e tagliate a piccoli pezzi lo sparacello e sbollentatelo per 3 minuti in una pentola contenente il quantitativo di acqua in ricetta (necessario per il brodo 1,5)  una volta raggiunto il bollore

Scolate lo sparacello e nella stessa acqua aggiungete la carota intera, la cipolla tagliata in due, la costa di sedano e il sale, cuocete per almeno un ora per la realizzazione del vero e proprio brodo

Saltate lo sparacello (sbollentato) in padella con un giro di olio evo lo spicchio d’aglio e la cipolletta fresca tagliata finememte  aggiungete  sale e pepe

Ultimata la cottura togliete l’aglio e frullate il tutto con un frullatore ad immersione aggiungendo un filo d’olio evo a crudo e una piccola quantità di brodo per diluire il composto

Assaggiate e correggete sempre di sale e pepe

Conservate integri alcuni pezzetti di sparacello per decorare e soprattutto per creare la  croccantezza al piatto .

Avendo a disposizione un buon brodo vegetale e il condimento per il nostro risotto passiamo alla fase vera e propria, clou,  della realizzazione di uno dei piatti (risotto) caposaldo della cucina italiana

Tostate  il riso qualche minuto in padella senza aggiunta di altri ingredienti, avvertirete lo straordinario profumo della tostatura e il riso assumerà un leggero colorito d’orato

Aggiungete la noce di burro e una volta sciolta sfumate con il vino a fiamma alta dopo di che aggiungete poco per volta il brodo  e incorporate contemporaneamente  lo sparacello  dalla ormai  consistenza liquida  e mescolate il tutto

Portate a cottura il riso aggiustate di sale e pepe continuando a mescolare soprattutto nel finale per evitare che il riso si attacchi al fondo

In fine mantecate energicamente il vostro risotto fuori dal fornello con il  formaggio grattugiato (grana, parmigiano) e la noce di burro

Servite, ma impegnatevi per un migliore impiattamento anche perché oltre che con la bocca, sappiate che il cibo si inizia a gustare con gli occhi

Se vi è piacuta la mia ricetta lasciate un like tramite i social network e …alla prossima ricetta!

Gerlando Carratello Food Blogger presso Tavula misa e pani minuzzatu

Ultima modifica: 23 gennaio 2018