E’ arrivata la condanna a tre anni e 6 mesi di reclusione per Angelo Saverini, 28 anni, operatore di una comunità di Licata accusato di avere avuto rapporti sessuali con una disabile di appena 16 anni. I fatti risalgono alla notte di Capodanno del 2013.

Il processo, era scaturito dall’inchiesta sulla “comunità degli orrori” di Licata che ha già portato alla condanna in due gradi di giudizio del principale imputato, Carmelo Angelo Grillo, di 51 anni.

 

Ultima modifica: 19 dicembre 2017