Porto Empedocle, l’I.C. Livatino aderisce ad un’iniziativa nazionale del Miur



Il 21 novembre, “Nessun parli: un giorno di scuola, musica e arte … oltre le parole”

 

Come tantissime altre scuole di tutta Italia, anche l’Istituto Comprensivo “Livatino” di Porto Empedocle, diretto dal Dott. Claudio Argento, ha aderito al progetto del Ministero dell’Istruzione in collaborazione con il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti (Cnapm) dal titolo “Nessun parli: un giorno di scuola, musica e arte … oltre le parole”, una iniziativa volta a sensibilizzare gli allievi delle scuole di ogni ordine e grado alle arti creative come la musica, la poesia, la pittura, la recitazione, la danza, ma anche l’arte della comunicazione digitale.

Il 21 novembre è la giornata dedicata alla manifestazione conclusiva di tale progetto, che nei giorni scorsi ha visto alacremente lavorare studenti e docenti di numerosissimi istituti italiani al fine di stravolgere l’assetto dell’attività didattica tradizionale per lasciar spazio, invece, ad un nuovo modo di “fare scuola”, tanto nei contenuti quanto nella forma.

Anche l’I. C. Livatino, come già detto, ha deciso di partecipare, tanto più che è l’unica scuola empedoclina ad avere l’indirizzo musicale, e per questo durante l’orario antimeridiano della giornata di martedì dirà addio a banchi, libri e lavagne e gli alunni con i loro docenti lavoreranno a classi aperte, attivando vari laboratori creativi (writing, creazione artistica digitale, danza latina, folk e contemporanea, videoscrittura musicale, home recording, ecc …) che coinvolgeranno tutti i locali del plesso scolastico “U. e V. Vivaldi”: dalla palestra al laboratorio d’arte, dalle singole aule al laboratorio linguistico, dall’auditorium all’aula informatica. Il pomeriggio sarà invece dedicato alle performance degli alunni della scuola e dei numerosi ospiti che hanno accettato con entusiasmo e gioia l’invito del Dirigente, fra cui alunni e docenti del Liceo Scientifico Musicale “E. Majorana” di Agrigento, gli artisti dell’Istituto Superiore di studi musicali “A. Toscanini” di Ribera e del Conservatorio di Musica “A. Scontrino” di Trapani, senza contare la partecipazione straordinaria dei musicisti agrigentini Mimmo Pontillo, Riccardo Ragusa, Nenè Sciortino e Gigi Finestrella; il tutto alla presenza delle autorità locali. Insomma, una giornata di festa, musica e gioia all’insegna dell’arte e della creatività.

 

 

 

Ultima modifica: 20 novembre 2017