Inizio Quaresima. Che ne pensate voi?

 “Che ne pensate voi? la Quaresima è ancora attuale? cioè interessante? cioè importante? cioè utile? cioè possibile?”.

Sono gli interrogativi  incalzanti che proponeva alla riflessione di tutti  il grande Paolo VI , nel 1965,  nel travaglio dei problemi del mondo di quel particolare periodo e degli stessi  lavori conciliari. E  nel vivo di un’ansia generale di cambiamento che avrebbe avuto la sua massima espressione nella contestazione  del   maggio 1968, con lo slogan dei giovani parigini “la fantasia al potere”.

Sulla Quaresima sono gli interrogativi che ci sembrano di grande attualità nel travaglio dei problemi di oggi che interpellano la Chiesa e la società civile, mentre l’opinione pubblica mondiale, visibilmente scossa, sente di non potere fare a meno  e continua a discutere  sul recente, storico annuncio di Papa Benedetto XVI, la cui decisione di lasciare il “servizio petrino” non mancherà di incidere profondamente nella  cultura  del potere  da vivere esclusivamente come servizio.

In questo scenario di dibattito culturale, la Quaresima di quest’anno, che, anche se rispetto al passato ha sicuramente perduto nella prassi diverse forme  di attuazione sul piano penitenziale, tuttavia nel vissuto concreto, oggi più che mai, nel bailame di opinioni contrastanti del dibattito incorso, si sente  il   bisogno di raccoglimento, di silenzio, di meditazione, d’interiorità.  Tutti valori propri della Quaresima, a cui nell’ottica  cristiana e di fede si aggiungono quelli di conversione e di riforma continua, di preghiera, di penitenza, di ginnastica ascetica,  per un  risveglio vero della coscienza.

“La vita religiosa – diceva Paolo VI –  è cosa grave, è cosa seria, è cosa difficile, è cosa meravigliosa, è cosa indispensabile: non ne possiamo, non ne dobbiamo fare a meno; e non si conquista senza particolare applicazione, senza qualche esercizio accurato e metodico, senza sforzo di rinnovamento interiore, senza ricorso, al momento decisivo, al contatto sacramentale con l’azione vivificante di Dio Padre, per Cristo, nello Spirito Santo”.

“La celebrazione di questa  Quaresima, nel contesto dell’Anno della fede,  - ammonisce  Benedetto XVI in questo che deve esser considerato il suo ultimo messaggio quaresimale come Papa –  ci offre una preziosa occasione per meditare sul rapporto tra fede e carità: tra il credere in Dio, nel Dio di Gesù Cristo, e l’amore, che è frutto dell’azione dello Spirito Santo e ci guida in un cammino di dedizione verso Dio e verso gli altri”.

La Quaresima, allora come  un tempo  privilegiato per riflettere, pregare, per purificarci, convertirci. Una conversione che richiede non solo un cambiamento interiore ma una trasformazione radicale del nostro stile di vita. In questo Anno della Fede la necessità di  riscoprire il valore profondo della parola sobrietà. Ossia vivere con dignità ma senza sprechi e lussi inutili, con l’ottica costante della carità e solidarietà con i fratelli , specie se bisognosi.

Diego Acquisto

Infomazioni autore

ha scritto 249 commenti su questo blog.

Un commento on “Inizio Quaresima. Che ne pensate voi?”

  • Diego Acquisto wrote on 13 febbraio, 2013, 10:20

    Nell’attuale scenario di dibattito culturale sulle dimissioni del Papa, – un vero e proprio bailame di opinioni contrastanti, pure condito da ipotesi stravaganti e fantasiose – la Quaresima di quest’anno ci invita a riflettere, tra l’altro, sul vero significato di “potere” da intendere unicamente come servizio…un problema sicuramente non secondario per il bene del mondo e della stessa Chiesa….ricordando i richiami di Benedetto XVI sul virus del carrierismo.

Scrivi un commento

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Testata iscritta al n.289 Registro Stampa Tribunale di Agrigento in data 18 Settembre 2009
Dir. resp. Eugenio Cairone
P.I. 02574010845 · Copyright © 2009 - 2014 - tel 338.2146190 - agrigentooggi@hotmail.it
Iscrizione ROC n.19023