Natale in libertà per i fratelli La Gaipa. Revocata infatti  la misura cautelare, a carico di Fabrizio e Salvatore La Gaipa su istanza degli avvocati Calogero Petix e Diego Galluzzo con il parere favorevole del pm. In attesa di nuovi sviluppi , i due fratelli, tornano dunque in libertà con effetto immediato. L’accusa e’di estorsione.

I fatti– Il personale della Squadra mobile di Agrigento aveva arrestato, ai domiciliari lo scorso mese di novembre, l’imprenditore agrigentino Fabrizio La Gaipa, 42 anni, candidato alle regionali nelle liste M5S e non eletto per pochissimo, con l’accusa di estorsione. I poliziotti guidati da Giovanni Minardi, avevano eseguito un provvedimento del Gip del Tribunale di Agrigento, su richiesta del pubblico ministero Carlo Cinque, dopo una delicata attività investigativa condensata in un rapporto giudiziario che metteva a nudo, grazie anche ad intercettazioni, una vicenda legata all’attività di imprenditore alberghiero (La Gaipa è titolare dell’Hotel Costazzurra di San Leone).

Le accuse nei confronti dell’imprenditore agrigentino sarebbero mosse dai suoi dipendenti che avrebbero denunciato di aver percepito stipendi diversi e molto inferiori rispetto a quanto indicato sulla busta paga. Da qui l’ipotesi di estorsione.

Con lui, risultava indagato nella stessa inchiesta condotta dalla Procura di Agrigento anche il fratello Salvatore per il quale i magistrati avevano disposto il divieto di dimora in città.

Come detto, in attesa di nuovi sviluppi, annullate le misure restrittive   per i fratelli La Gaipa.

Ultima modifica: 23 dicembre 2017