Moncada Agrigento VS Benacquista Latina: la cronaca della partita | GALLERY



Buona la prima per la Fortitudo Moncada Agrigento. Nell’esordio stagionale del PalaEmpedocle i biancoazzurri si impongono in maniera netta. Contro la Benacquista Latina finisce 80-69. Agrigento dei giovani funziona. Coach Ciani fa girare a lungo i suoi, risultato prova corale, intensità difensiva e grande grinta in avanti. Si parte con il quintetto base, sul parquet Rotondo, Cannon, Zugno, Evangelisti e Williams. Latina risponde con Tavernelli, Raymond, l’ex Saccaggi, Drungilas, Di Ianni.

. A 4 minuti del primo quarto arriva la tripla che non ti aspetti. Il giovane Guariglia segna i punti del sorpasso. A 3,43 da giocare Agrigento conduce 10 a 11. Guariglia potrebbe ripetersi ma per ben due volte la palla si ferma sul ferro. Poi è Ruben Zugno a segnare la tripla del primo mini allungo. Quando il tabellone segna 2 e 53 da giocare è Agrigento a condurre 13 a 11. Per Latina ci pensa Pastore dalla lunetta ristabilire la parità. Si va avanti punto a punto, sia Ciani che coach Franco Gramensi fanno giare il roster. Sul filo di sirena Pepe mette sul cesto un tiro da tre, ma la palla si stacca dalle sue mani con un attimo di ritardo.

Nel secondo quarto Agrigento manda in campo Pepe, Ambrosin, Cannon, Lovisotto ed Evangelisti. Latina risponde con Saccaggi, Baynard, Tavernelli, Pastore, Allodi. Sale in cattedra Raymond, l’americano fa valere la sua stazza fisica in area piccola. Si lotta a rimbalzo, le due squadre difendono con grande intensità. Entrambe provano la soluzione dalla distanza. Agrigento limita Saccaggi e in avanti è Ambrosin ad entrare in partita. Il giovane mette dentro la tripla del sorpasso. Latina accusa il colpo e Agrigento prova ad allungare. A 5,30 da giocare quando sale alto il coro del PalaEmpedocle Agrigento è avanti 31-25. A 4,30 da giocare arriva la prima schiacciata dell’americano Pendarvis Williams. L’americano entra prepotentemente in partita. Si fa sentire in difesa ed in attacco con due palle recuperate. Comincia bene Agrigento anche nel terzo quarto, che alimenta il vantaggio.

A 5 minuti da giocare il tabellone segna 53-42. Latina non riesce a scardinare la difesa biancazzurra, i due americani Cannon e Williams girano a meraviglia, c’è intesa e Agrigento va avanti al massimo vantaggio di + 13.

Nell’ultima frazione di partita cresce ancora la Moncada che parte con il piede sull’acceleratore. Difesa intensa e attacco consistente. Si va al più 18. Agrigento ha ormai trovato la scia giusta e chiude in crescendo. Buona la prova del quintetto base, bene gli americani, ma Ciani ha avuto conferme pure dai nuovi Pepe e Ambrosin che si sono fatti trovare pronti ed hanno fato la spinta giusta nei momenti topici della sfida.

Ultima modifica: 2 ottobre 2017