Minacce gravi, danneggiamento e violenza: arrestato extracomunitario



Si era finto minorenne per essere alloggiato da una casa per minori. Il ragazzo però è risultato maggiorenne e pertanto doveva essere trasferito a Villa Sikania. Il giovane, originario della Guinea,  è dapprima fuggito facendo perdere le sue tracce, poi dopo aver sfondato il portone blindato, si è introdotto all’interno della Comunità don Bosco di via Santa Sofia, che l’ospitava ed ha minacciato di morte il responsabile. E’ stato a quel punto che sono intervenuti gli agenti della polizia sezione volanti di Agrigento, che hanno provveduto all’arresto. Attualmente il giovane richiedente asilo si trova in questura in attesa della convalida.

Ultima modifica: 27 ottobre 2017