Maxi furto d’acqua con allaccio abusivo, arrestato 27enne



I Carabinieri della compagnia di Agrigento e della stazione di Montaperto, nel corso di un servizio info-investigativo, hanno arrestato in flagranza di reato per  “furto aggravato” di acqua pubblica, D.S.R., 27 enne del luogo.

I Carabinieri, già da alcuni giorni, sulla base di elementi informativi acquisiti, stavano monitorando l’area in questione ed il soggetto.

Nel corso di un’irruzione all’interno di un terreno ubicato in contrada Borsellino, i Carabinieri lo sorprendevano in flagranza, accertando che l’individuo aveva effettuato, con uno scavo a circa tre metri di profondità, un allaccio abusivo alla condotta idrica gestita dalla società Girgenti Acque, relativa alla tratta Bivona-Porto Empedocle.

Al momento del controllo, svolto anche con l’ausilio di personale tecnico della suddetta società, D.S.R. aveva già riempito una cisterna della capienza di 5000 litri, posta su un autocarro Fiat Iveco e stava completando il riempimento di un’altra cisterna della capienza di 15.000 litri, posizionata sempre su un altro autocarro.

Entrambe i mezzi e le due cisterne, sono stati sottoposti a sequestro. L’arrestato, dopo i rilievi segnaletici in caserma, è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Ultima modifica: 16 settembre 2017