Matteo Salvini, leader del partito politico Lega Nord, è arrivato oggi nel capoluogo agrigentino per discutere dei problemi che affliggono la provincia e, in generale, tutta la Sicilia. Non appena è sceso dal treno, una folla lo ha accolto calorosamente insieme a moltissimi ragazzini che hanno chiesto dei selfie al leader del carroccio.

Matteo Salvini, situazione migranti

Sono tanti i problemi di cui voleva discutere Matteo Salvini, ma il segretario della Lega ha voluto intanto fare il punto della situazione sul problema dei migranti. Ormai da un po’ di tempo gli sbarchi sono fuori controllo e la situazione è diventata quasi ingestibile, specialmente per quei quartieri dove vi è una presenza numerosa di extracomunitari. Matteo Salvini ha ascoltato con molta attenzione le parole di un cittadino di Agrigento che si lamentava della presenza di un centro di accoglienza per minori non accompagnati che, a suo dire, hanno causato diversi problemi di ordine pubblico. Salvini ha anche esaminato le carte che l’uomo portava con sé, contenenti probabilmente le denunce fatte alla pubblica autorità. Successivamente, il segretario della Lega Nord ha fatto un giro veloce nella piazza antistante la stazione che qualche settimana fa era stata invasa da stranieri che hanno lasciato rifiuti di diversa natura.
“Ora andiamo a cercare l’acqua a Favara”. Con queste parole, Matteo Salvini ha lasciato la stazione centrale per dirigersi verso la città di Favara.

Matteo Salvini, vari problemi attanagliano Agrigento

Matteo Salvini è venuto in Sicilia per sostenere la campagna elettorale di Nello Musumeci e per rendersi conto personalmente della difficile situazione generale della Regione. Dopo avere affrontato diverse ore di viaggio in treno (proprio per denunciare la carenza dei trasporti pubblici), Salvini è pronto a discutere di un problema tanto grave quanto ricorrente nelle nostre zone, ovvero la disastrosa gestione delle risorse idriche. Successivamente è previsto un incontro a Caltanissetta e domani è prevista una visita alla Scala dei Turchi per discutere degli sbarchi fantasma che hanno interessato diverse zone del litorale agrigentino.

Ultima modifica: 31 ottobre 2017