Mafia, scarcerato il presunto boss dell’agrigentino Domenico Terrasi



E’ stato scarcerato con qualche mese di anticipo il presunto boss di Cattolica Eraclea, Domenico Terrasi. Resta comunque “sorvegliato speciale” per tre anni con obbligo di soggiorno. La Corte d’Appello di Palermo gli ha ridotto la pena di altri sei mesi.

Terrasi era stato coinvolto nelle operazioni antimafia denominate  Minoa e Akragas e venne condannato in primo grado a 18 anni di carcere, poi ridotte a 12 anni e 8 mesi dalla Corte d’Appello e successivamente a 10 anni e 8 mesi dalla Corte di Cassazione.

 

Ultima modifica: 13 febbraio 2018