Licata,”Tentata Estorsione”. In carcere Marcello Bonelli



Minaccia di morte e tenta di fare estorsione ad un dipendente comunale. Arrestato 43enne già noto ai carabinieri

“TU MI DEVI DARE I SOLDI, SENNO’ TI AMMAZZO”, ” MI SONO FATTO DIECI ANNI DI CARCERE, SE TI AMMAZZO ME NE DEVO FARE ALTRI TRE, TANTO IO NON HO NULLA DA PERDERE”.

Con queste parole Marcello Bonelli, 43 anni di Licata, ha iniziato a minacciare il Responsabile comunale dell’ufficio Servizi Sociali dello stesso comune dopo una risposta negativa alla sua richiesta di elargizione di aiuto economico. La paura dentro la sede è stata tanta. La denuncia della vittima sporta ai Carabinieri della zona ha permesso, dopo un breve periodo di osservazione del soggetto, appostamenti e raccolta di prove schiaccianti nei confronti del Bonelli, di arrestarlo con l’accusa di Tentata Estorsione ai danni, tra l’altro, di un dipendente comunale. Il GIP del Tribunale di Agrigento, in concomitanza dei risultati delle indagini coordinate dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Agrigento dr.ssa Alessandra Russo, ha disposto l’ordinanza di custodia cautelare presso il carcere Petrusa di Agrigento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ultima modifica: 23 settembre 2017