L’ennesima vergogna di Monti

Pubblicato 14/04/2012 » 172 Visualizzazioni» Da Eugenio Cairone » La lente, Rubriche

Pagheremo anche per la Protezione Civile.

Lo faremo recandoci a fare il pieno di carburante con 5 centesimi in più al litro.

Per il momento è solo un’ipotesi ma resta l’ennesima vergogna del governo dei tecnici. Abbiamo ceduto il Paese a Monti perché stavamo sull’orlo del disastro. Ma si stava, sicuramente, meglio quando si stava peggio.

Perché, adesso, il governo Monti sta proprio esagerando.

Con quella sua espressione di cattedratico freddo e impassibile che non produce per niente simpatia, il professore piuttosto che salvarci, ci farà sprofondare del tutto con la benedizione di chi ha sostenuto la sua nomina.

Il fuoco, intanto, cova sotto la cenere.

L’ennesima tassa del governo approvata, si direbbe a cuor leggero visto i costi del carburante che sono già alle stelle, è un’ulteriore prova che i tecnici guidati da Monti sono bravissimi nel decretare stangate a danno delle famiglie.

Non è certo in discussione il nobile ruolo della Protezione Civile.

Ma non si può accettare che per riformare l’Ente, si debbano spremere gli italiani.

Una presa per i fondelli, a tal proposito, è la dichiarazione del professor Monti il quale parlando ai volontari, si è definito egli stesso un volontario al lavoro per la messa in sicurezza del Paese.

In pratica si è passati dalle lacrime di coccodrillo della Fornero a tutto il resto.

La verità è che Monti ha fatto il suo tempo e dovrebbe lasciare ai cittadini il diritto di scegliersi il governo che vogliono.

D’altronde peggio di cosi…

EUGENIO CAIRONE    

Condividi questo post
Sull’Autore

One Response to L’ennesima vergogna di Monti

  1. gio di falco says:

    Quando scendiamo in piazza ????

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>