Non ha abusato della legge 104 ed è stato assolto. Un dipendente del Comune di Caltabellotta ha rischiato il licenziamento. Gli erano stati sequestrati, preventivamente, 9 mila euro. A suo carico le accuse di falso e truffa e la richiesta dell’accusa di una condanna a 2 anni e mezzo. Ma il Tribunale di Sciacca ha riconosciuto la legittimità del congedo retribuito concesso al dipedente per assistere la madre anziana che non versava in buone condizioni, e ha assolto l’uomo disponendo anche il dissequestro della somma di 9 mila euro. La vicenda è riportata dal Giornale di Sicilia

Ultima modifica: 21 ottobre 2017