Le cantine dell’Agrigentino, ecco dove sono e quante sono



La nostra Sicilia è la regione con più ampia superficie vitata e vigneti dislocati ovunque. La vendemmia dura oltre tre mesi, dai primi di agosto nelle province occidentali per le uve a bacca bianca, fino ad ottobre e a volte oltre la metà di novembre per la raccolta delle uve sull’Etna. Nell’agrigentino, inzolia e nero d’avola ma anche syrah e cabernet sauvignon danno vini ricchi in personalità, freschi e molto piacevoli. Ma anche i catarratti bianco comune, lucido ed extra lucido sono i vitigni più diffusi perchè facili da coltivare ed in grado di raggiungere bene il giusto grado di maturazione.

La provincia di Agrigento vanta diverse cantine che propongono agli amanti del vino, ottimi vini. Alcune sono state ” in vetrina” anche al Vinitaly 2017. Facendo un’accurata ricerca ecco quelle che abbiamo trovato.

Per Campobello di Licata: Baglio del Cristo di Campobello, Milazzo Vini.

Per Menfi: Planeta, Cantine Barbera, Cantine Settesoli, Azienda Agricola Agareno, Azienda Agricola Stoccatello, Casa Vinicola Lanzara, Piana dei Cieli, Tenuta dei Mille.

Per Sambuca di Sicilia: Feudo Arancio, Azienda Agricola Di Prima, Cantina Monte Olimpo, Cantina Sociale Cellaro, Domina Miccina, Terreliade.

Per Sciacca, Azienda Agricola De Gregorio, Azienda Vinicola Puleo.

Per Canicattì: Casa Vinicola Savaia Gaspare,Terre del Parnaso, Viticoltori Associati Canicattì – Aquilae.

Per Licata: Tenuta La Lumia, Azienda Agricola Quignones. Per Naro: Casa Vinicola Sicania – Cummo,  Azienda Agricola Platia. E poi ancora: Azienda Agricola Biologica Bagliesi Ravanusa, Azienda Agricola Maria Francesca Guanà e Feudo Montoni Cammarata, Azienda Agricola Militello & Voss Bivona , Azienda Vitivinicola Casà e cantina Sociale Aurora Valle dei Templi Agrigento, Baronia della Pietra Alessandria della Rocca, Casa Vinicola Morreale Favara , Morgante Vini Grotte e Società Agricola Luna Sicana  Casteltermini.

Ce ne sarebbero di altre, alcune sorte pure di recente. Quasi tutte sono aperte al pubblico tutto l’anno. Per potere effettuare una visita, occorre chiamare le cantine o contattarle attraverso i propri siti web. Chi più e chi meno rinomate, offrono comunque tutte dell’ottimo vino della nostra terra, che sa di “intenso” come i colori della Sicilia. (GS)

Ultima modifica: 7 agosto 2017