Enzo Randazzo incontra i “maturandi” scientifici di Portici

Incontri d’Autore a Portici

Enzo Randazzo incontra i “maturandi” scientifici di Portici

“Sicilia my love” – “Kaleidoscopio”

 

Venerdì 13 Ottobre…già basta questo per evocare scongiuri contro qualsiasi evento, che il fato avverso voglia divertirsi a riserbarci contro.  Tuttavia esistono le dovute e meravigliose eccezioni che confermano la regola. E’ ciò che è successo al Liceo scientifico “Filippo Silvestri” di Portici, proprio durante questa giornata, funesta per tradizione, perché il cielo ha voluto donare ad allievi, docenti, genitori, un piacevolissimo pomeriggio letterario, il primo di una serie d’Incontri d’Autori, inaugurati con la prestigiosa presenza di Enzo Randazzo, autore dei romanzi “Sicilia my love” e “Kaleidoscopio”, coadiuvato dalla preziosa collaborazione della sua curatrice scientifica, prof.ssa Gisella Mondino.

Il libro “Sicilia my love”, che ha ricevuto il patrocinio della Regione Siciliana-Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, ha vinto numerosi premi letterari, tra cui il Pergamena Pirandello 2015, il Premio Marsh 2016,   è un inno alle bellezze naturali dell’Isola, alle sue tradizioni culturali, storiche e linguistiche, impreziosito dai richiami e dalle originali riletture di grandi scrittori ed illustri visitatori stranieri, incantati dalle bellezze delle città isolane e dalla civiltà dei Siciliani.

Il romanzo “Kaleidoscopio” ha ricevuto nel 2016 la menzione d’onore al “premio Montefiore” e a giugno 2017 il Premio speciale della Giuria del 42° Premio Casentino 2017 , “per la prosa elegante e suggestiva- recitava la motivazione- e perche’ suscita nel lettore una riflessione critica sull’oggi e l‘aspirazione ad una societa’ in cui la dignita’ umana sia pienamente rispettata”.

Ad aprire i lavori della Conferenza, la dirigente scolastica del Liceo Silvestri, prof.ssa Teresa Di Gennaro, che ha fortemente voluto la partecipazione dello scrittore Randazzo in qualità di Relatore, intuendo, fin da subito, la di lui profonda cultura intrisa e piena d’amore per la Sicilia e non solo. “Da essa parte l’autore”, afferma la dirigente, “ma per oltrepassarla, renderla universale, riuscendo a far diventare i suoi romanzi, dei veri e propri inni e vessilli dell’”humanitas”, di quei  valori eterni ed immutabili che non passeranno mai di moda”.

Introduce i lavori, la prof.ssa Antonella Marino che presenta, agli intervenuti studenti, prima Randazzo autore, quale uomo molto dinamico, esuberante e poliedrico. Dirigente scolastico fino a qualche anno fa, e’ autore, regista teatrale, saggista, conferenziere, commediografo, poeta, e romanziere. E’ stato per 10 anni Presidente del Teatro Stabile di Sambuca di Sicilia. Dopo è la volta della prof.ssa Gisella Mondino, docente di italiano e latino presso il liceo classico “Fazello” di Sciacca, curatrice di diversi interventi critici sulle opere di Enzo Randazzo: per “Sicilia my love” ha redatto una guida didattica ispirata ai principi della metacognizione e per “Kaleidoscopio” ha scritto un avvertimento al moderno lettore.

La Conferenza entra nel pieno dei lavori con la viva voce dell’autore che spiega, in modo chiaro ed attraente, i filoni tematici di entrambi i romanzi, dello strumento letterario della reincarnazione come leitmotiv delle sue opere che, seppur diverse, sono unite da un filo sottile di stile letterario.

Il Convegno è risultato particolarmente interessante e significativo anche grazie alla moderatrice prof.ssa Antonella Marino, che ha invitato gli studenti del Liceo ad impegnarsi in un dialogo vivace sui temi affrontati nel romanzo, spaziando dalle dinamiche sociali della Sicilia degli anni ‘70, alla percorribilità della strada dell’impegno sociale per i giovani di oggi e che ha continuato a mantener desta l’attenzione, anche conducendo un’intervista diretta all’autore da parte degli allievi. Molte le domande effettuate dai ragazzi a partire dal sistema dei personaggi e dall’evocazione dei “Promessi sposi” (Cozzolino Antonio-Magliulo Sabrina di VB), (alla figura della donna così come la concepisce l’autore (Ignazio Cimino di VD) al significato dell’alchimia e della “sicilianità” mista d’Inglese (Simone Liccardi-Alessandra Panzariello-Massimiliano Bazzi- Francesca Salomone di VG).

 Ed Enzo Randazzo, compiaciuto delle domande di approfondimento, preso dal sacro fuoco della letteratura, ha risposto puntualmente a tutti i quesiti proposti, con passione esaustiva e grande disponibilità.

Infine, degno di nota il reading proposto dagli allievi Simone Aporta (VG) e Rebecca Marino (5H) che hanno drammatizzato il capitolo “Amore e morte”, tratto dal libro “Sicilia my love”, accompagnati dal suono dolce della chitarra, suonata dal vivo dall’alunna Diana Baratta (VH); e ancora l’alunno Mattia Vollaro (VC) che ha sottolineato, con le melodiose note del flauto traverso, la lettura di altri passi significativi; simpaticissimo il rap degli alunni D’Auria Aniello e Magliulo Sabrina, della classe VB, che si sono cimentati nella versione RAP di “Kaleidoscopio”, suscitando la commozione  entusiastica della sala.

Non resta che esprimere i più vivi ringraziamenti ad Enzo Randazzo e a Gisella Mondino, per la professionalità, il profondo ed intenso amore che li contraddistingue per la parola letteraria, per la passione che profondano nella loro opera di promozione culturale, con l’augurio di una proficua e duratura collaborazione con il Liceo Scientifico di Portici. 

                                                                                              Prof. Madia Cassese

Ultima modifica: 16 ottobre 2017