Il Giardino Botanico si rifà il look

Pubblicato 20/01/2012 » 60 Visualizzazioni» Da C. S. » Cronaca, Notizie in Carousel

Interventi sui vialetti, sull’illuminazione e sulla sicurezza: sono soltanto alcuni degli interventi previsti dal progetto redatto dal Settore Ambiente e Territorio della Provincia Regionale per migliorare la fruizione del Giardino Botanico e renderlo del tutto accessibile al pubblico, e finanziato per un importo di € 451.298,93 dall’Assessorato Regionale al Turismo con fondi comunitari nell’ambito del Programma Operativo FESR 2007/2013 (Asse III – Obiettivo operativo 3.3.2.2.). Il progetto è stato selezionato in seguito alla partecipazione ad un bando pubblico: l’esito positivo premia, quindi, il buon lavoro dei tecnici del Settore Ambiente, diretto dall’ing. Bernardo Barone. In questo senso il Presidente Eugenio D’Orsi ha espresso grande soddisfazione per il risultato, che conferma l’impegno della Provincia Regionale nelle politiche di tutela dell’ambiente e nella diffusione di comportamenti ecosostenibili, già portati avanti con vari progetti di educazione ambientale che proprio nel Giardino Botanico hanno avuto un preciso punto di riferimento.
Il Giardino infatti si trova al confine con il Parco Archeologico, in una posizione strategica per attirare visitatori, che possono dunque conoscere e apprezzare il patrimonio vegetale custodito all’interno di quello che un tempo era la colonia agricola degli ospiti dell’ex ospedale psichiatrico. Un percorso suggestivo che si propone come un vero e proprio trait d’union visivo tra la città e il Parco stesso, e che sarà ai cittadini la possibilità di poter godere appieno della tranquillità e della bellezza di questa vasta area nel cuore della città.
Oltre alle opere di adeguamento e riqualificazione del Giardino, particolare attenzione sarà data al miglioramento delle condizioni di sicurezza, con la rimozione dal costone di alcuni blocchi di calcarenite la cui instabilità ha, di fatto, limitato l’uso del vasto piazzale sottostante per vari scopi. “Nel giro di pochi mesi – dice il Presidente D’Orsi – saranno espletate le procedure di aggiudicazione dei lavori: una volta completati, il giardino botanico potrà ospitare eventi culturali (mostre, concerti, rassegne teatrali, ecc.) in grado di attirare e coinvolgere i cittadini nella sua riscoperta: perché sembra strano, ma sono pochi gli agrigentini che conoscono questa struttura”.
Lo staff tecnico è composto dal progettista e direttore dei lavori arch. Anna Maria De Miceli, dal Responsabile unico del provvedimento dott. Agr. Giovanni Alletto e dall’Assistente Tecnico progettuale geom. Nando Parello, tutti tecnici del Settore Ambiente e Territorio della Provincia Regionale.

Condividi questo post
Sull’Autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>