Ida Carmina, intervento straordinario per pulire la città


ida carmina

Ida Carmina, primo cittadino di Porto Empedocle, ha richiesto alla società Realmarina un immediato intervento di pulizia per rimuovere i rifiuti accumulati nelle vie della città. Pronta la risposta della società Realmarina che ha già messo in campo mezzi straordinari per terminare immediatamente i lavori.

Ida Carmina – Disattesa l’ordinanza del Sindaco

L’accumulo dei rifiuti è stato causato dallo sciopero che ha interessato i netturbini (in continuo contrasto col Comune di Porto Empedocle) e dal mancato rispetto dell’ordinanza emessa dal Sindaco qualche giorno fa. Ida Carmina, infatti, aveva chiesto agli empedoclini di pazientare per qualche giorno e di non conferire i rifiuti. Il Sindaco, inoltre, parlava di un’arbitraria e immotivata astensione dei netturbini dal servizio, visto il pagamento di circa 20 giorni fa da parte delle ditte di circa 200 mila euro. A prescindere da quale sia la causa, i cittadini di Porto Empedocle sono ormai arrivati al limite della sopportazione e ricevere un’ordinanza di non conferimento sembra un ulteriore castigo. Non è facile tenere in casa i rifiuti, specie con l’introduzione della raccolta differenziata. Come conseguenza, c’è stato un accumulo di rifiuti in alcune zone della città, dove l’aria era irrespirabile.

Ida Carmina – Immediato intervento di Realmarina

Successivamente alla ripresa della raccolta dei rifiuti, rimaneva l’annoso problema di togliere dalle strade i rifiuti abusivamente depositati. Ida Carmina ha richiesto un intervento speciale alla società Realmarina che ha prontamente risposto.
“Già dalle prime ore del pomeriggio abbiamo provveduto, così come richiesto dall’amministrazione comunale, ad inviare a Porto Empedocle mezzi speciali a supporto dei nostri operatori ecologici che hanno già iniziato a ripulire la città, soprattutto in quelle zone interessate sia dalla commemorazione dei Defunti che del mercato infrasettimanale del giovedì”.
Con queste parole dell’amministratore delegato di Iseda, Giancarlo Alongi, rassicura gli empedoclini che si sta seriamente intervenendo per ritornare alla normalità.

Ultima modifica: 1 novembre 2017

In questo articolo